Adamo e la vita nella Divina Volontà


Ciclo di catechesi di approfondimento sul Dono della Divina Volontà come rivelato negli scritti di cielo della serva di Dio Luisa Piccarreta. La vita nella Divina Volontà è la restituzione all'uomo della possibilità - salvo qualche piccola eccezione - di tornare a vivere nella felicità che avevano i nostri progenitori prima del peccato originale
Bellezza, ordine e armonia

Gesù mostra a Luisa la straordinaria bellezza, magnificenza e prerogativa dell'umana natura, che fu pensata e creata da Dio ab aeterno, il quale, dall'eternità, formò ogni suo atto, pensiero e azione perché essa, fusa con il suo Volere Divino, potesse vivere con divina perfezione nel tempo. Bellezza, ordine e armonia dovevano essere le sue prerogative e caratteristiche. La volontà umana mise tutto in disordine, sfigurò l'uomo e formò il vuoto nella creatura, alla quale restò solo male e malesseri di ogni specie. Riferimenti: Volume 33, 18 Dicembre 1933. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", trentottesima puntata, Martedì 16 Aprile 2019

La prima parola che l'uomo disse a Dio

Gesù narra a Luisa quanto dolce sia per Dio il ricordo della creazione dell’uomo e la sua originaria bellezza e santità. L'uomo fu creato in un'estasi di divino amore e riempito da Dio di tutti i beni a cui purtroppo poco o nulla si pensa, preferendo volgersi ai bassi piaceri dei sensi. La prima parola che Adamo rivolse a Dio e il momento in cui ricevette il dono della Divina Volontà. Riferimenti: Volume 31, 9 Ottobre 1932; Volume 32, 29 Aprile 1933; Volume 33, 10 Dicembre 1933. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", trentasettesima puntata, Martedì 9 Aprile 2019

Dio ci vuole solo ricolmare di beni

Gesù parla della gravità inaudita che scaturisce dal fare la propria volontà e quanto ciò impedisca a Dio di donarci i suoi doni e a noi di capire quello che ci dice e quel che vorrebbe darci. Chi invece vivrà nella Divina Volontà, tra le altre meraviglie, riacquisterà il dono della scienza infusa, uno dei doni preternaturali dei nostri progenitori. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 30, 8 e 22 Maggio 1932. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", trentaseiesima puntata, Martedì 2 Aprile 2019

Come la natura umana diventa brutta

Gesù spiega come la natura umana che vive senza la Divina Volontà diventa brutta. Lo spostamento che avviene nella natura umana quando esce dal Fiat Supremo e tutti i disordini che in essa rigenerano. Dio non fa cose brutte, ma belle. Nella misura in cui si vive nel Divin Volere si diventa soprannaturalmente belli. Le fuoriuscite dalla Divina Volontà e le loro conseguenze disastrose. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 29, 10 Agosto e 21 Settembre 1931. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", trentacinquesima puntata, Martedì 26 Marzo 2019

Dio non dice mai "basta"

Gli atti della Divina Volontà e gli atti compiuti nella Divina Volontà sono incancellabili. Gli atti che Adamo fece in essa prima del peccato originale formano, insieme con tutti quelli compiuti da Gesù e Maria, il regno della Divina Volontà. C'è grande differenza tra le creature irragionevoli e l'uomo: determinate le prime, potenzialmente crescente all'infinito il secondo, in base a come e quanto determina la sua libera volontà. Nella Divina Volontà si avverte il "ti amo" di Dio come vita perenne interna e, esternamente, in tutte le opere della Creazione. La volontà umana realizza perfettamente la propria felicità quando impara a fondersi con quella divina. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 29, 30 Giugno e 2-27 Luglio, 3 Agosto 1931. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", trentaquattresima puntata, Venerdì 22 Marzo 2019

La riscoperta dell'amore di Dio

Gesù rivela la grande esplosione dell'amore di Dio nella creazione dell'uomo. La vita nella Divina Volontà è anzitutto riscoperta e presa di coscienza del grande amore di Dio verso l'uomo. Non possiamo purtroppo renderci perfettamente conto della grandezza del Divin Volere e di cosa significa operare nella Divina Volontà. Maria Santissima fu il riscatto della razza umana alla prevaricazione della serpe che fece uscire Adamo dalla Divina Volontà. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 29, 9 Marzo, 16 Aprile e 19 Maggio 1931. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", trentatreesima puntata, Mercoledì 13 Marzo 2019

L'uomo vive male per causa sua

L'uomo, piccolo atomo dinanzi alla potenza della Divina Volontà, osò uscire da essa e tentare di reprimerla. Il risultato fu solo un cumulo di miserie e una fosca caligine di tenebre. Adamo fu il vero capostipite dell'umanità, completamente creato da Dio (no evoluzionismo, o poligenismo). Non Dio si allontana dall'uomo, ma l'uomo da Dio e a causa di ciò lo concepisce (erroneamente) quanto meno come un "Dio lontano". Riferimenti: Libro di cielo, Volume 28, 18 Giugno, 24 Agosto, 9 e 30 Novembre 1930. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", trentaduesima puntata, Mercoledì 6 Marzo 2019

Senza la Divina Volontà non può regnare la felicità

Gesù racconta quanto grande fu la gioia di Dio nel creare l'uomo e quanto lo rallegra il pensare ai primi tempi della sua vita nella Divina Volontà prima del peccato orginale. Adamo fu il distruttore dei beni del regno della Divina Volontà, senza la quale non ci può essere felicità alcuna per l'uomo, oggetto di immenso amore da parte di Dio che ignora la sua bellezza e l'amore del suo Creatore. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 28, 18 e 23 Aprile e 10 Maggio 1930. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", trentunesima puntata, Lunedì 25 Febbraio 2019

I diletti di amore tra Dio e Adamo nell'Eden

Gesù racconta il grande amore scambievole che c'era tra Dio e Adamo nell'Eden e come dolce è per Lui stesso il ricordo della creazione. Spiega come nella Divina Volontà l'uomo era padrone di tutto e che divenne servo e schiavo solo quando cominciò a fare la propria volontà. La bellezza dell'uomo è qualche cosa di intrinseco e dipende dai grandiosi riflessi di luce divina con cui Dio lo creò. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 28, 26 Febbraio e 24 Marzo 1930. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", trentesima puntata, Mercoledì 20 Febbraio 2019

La Divina Volontà è vita per l'uomo

Gesù spiega che Adamo, prima del peccato originale, aveva in sé la vita della Divina Volontà che generava in lui un continuo atto divino, ma dopo il peccato ebbe solo facoltà di beneficiare degli effetti della Divina Volontà. La Divina Volontà non si può conoscere senza stare in continuo contatto con lei e sperimentare la vita che genera e la felicità che trasmette. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 27, 2 Gennaio e 11 Febbraio 1930. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", ventinovesima puntata, Martedì 12 Febbraio 2019

L'amore spezzato dal gran male dell'umana volontà

L'uomo, col fare la sua volontà umana, perdette i diritti del cielo e della terra. Non fare la Divina Volontà racchiude tutti i mali e fa perdere la somiglianza col Creatore. Adamo innestò veleno nella razza umana; Gesù fece un nuovo innesto contrario. Vivere senza volere divino significa formare notte e tenebre e sentire oppressione, amarezza e peso della vita. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 27, 7-27 Ottobre e 30 Novembre 1929. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", ventottesima puntata, Martedì 6 Febbraio 2019

Gli atti nella Divina Volontà sono indistruttibili

Prima del peccato originale Adamo compì numerosi atti divini nel Divin Volere, Questi atti sono rimasti vivi e operanti nella Divina Volontà e fanno di Adamo il principio degli atti di tutte le creature. Essi sono indistruttibili, sussistono nel Divin Volere e sono pegni per riavere il regno del Fiat. Grazie alla Madonna, l'umanità ha riacquistato i diritti perduti sulla Divina Volontà. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 26, 25 Maggio, 4 e 14 Giugno, 27 Luglio e 8 Settembre 1929. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", ventisettesima puntata, Martedì 29 Gennaio 2019

La bellezza della vita nella Divina Volontà

La pienezza e la bellezza della santità nella Divina Volontà. La Santissima Umanità di Gesù portò in cielo l'umanità rinnovata di Adamo decaduto e si aprì la possibilità di riallacciare i ponti con gli atti da lui interrotti. Per secoli Dio fu costretto dal rifiuto dell'uomo ad interrompere il suo dialogo di amore. Che riprenderà perché tutti gli uomini tornino ad essere santi e felici. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 26, 21 Aprile, 12 e 16 Maggio 1929. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", ventiseiesima puntata, Martedì 22 Gennaio 2019

Ritrovare la via perduta

La creazione dell'uomo fu l'atto più bello e solenne di tutta la creazione. Sbocchi di amore e sfoggi di bellezze furono effusi sull'uomo. Il peccato fece perdere la via per collegarsi a questo primo atto della creazione ed occorre ritrovare tale via per ricevere i portenti e le gioie del Volere Divino. Dio riversò una cascata di "ti amo" sull'uomo creato e vuole essere ricambiato. Peccando, Adamo perdette la via dell'amore e formò il vuoto tra sé e la Santissima Trinità. Necessità di ritrovare la via perduta dell'amore. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 25, 3 e 13 Marzo 1929. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", venticinquesima puntata, Martedì 15 Gennaio 2019

Amore delirante e amore dolorante

Gesù spiega il principio dell'unità del genere umano, che vale non solo per il peccato originale, ma anche per il dono della Divina Volontà, che tutto il genere umano avrebbe conservato se Adamo non avesse peccato. Per restituirlo Gesù si diede all'amore delirante e dolorante, morendo in croce per l'uomo. Senza la Divina Volontà si hanno solo miserie, tenebre e debolezze e ogni bene che si possieda è inesorabilmente tarlato. La distinzione fondamentale tra l'atto permissivo e l'atto voluto della Divina Volontà. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 25, 25 Dicembre 1928, 1 Gennaio e 17 Febbraio 1929. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", ventiquattresima puntata, Martedì 8 Gennaio 2019

La gloria eccellente di Adamo

Gesù spiega come le infermità, deformità e mali del corpo siano venuti dalla cessazione della vita della Divina Volontà in Adamo a seguito del peccato originale. La Divina Volontà ha una vera e propria vita nell'anima ed Adamo la visse. Per tutti gli atti compiuti in Essa prima della colpa d'origine, egli possiede in cielo una gloria superiore a tutti i santi ed inferiore solo a quella della Madonna. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 24, 7 Luglio, 12 Agosto e 10 Settembre 1928. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", ventitreesima puntata, Martedì 18 Dicembre 2018

Felicemente liberi e liberamente felici

Gesù le spiega la felicità che Dio ebbe nel vedere l'uomo felice nella sua condizione originaria e come farà a "ripristinare" l'incanto andato perduto a causa del peccato dell'uomo, ossia la vita sponsale tra Dio e l'uomo. Lasciando intatto il suo libero arbitrio, userà l'industria amorosa del mostrargli la Luce della Divina Volontà portandolo, senza forzarlo, a innamorarsi di Essa e scegliere così di vivere in Lei come ci viveva l'uomo prima della caduta primordiale. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 24, 12 Giugno 1928. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", ventiduesima puntata, Mercoledì 12 Dicembre 2018

Il sonno dell'umano volere

Gesù le spiega come e quanto il Creatore gioì nel creare Adamo e come né lui stesso né noi ci rendiamo bene conto di ciò che fece Dio di immenso nel creare l'uomo e di quanto amore lo ricolmi. La Divina Volontà è il rivelatore dell'opera della Creazione e il libro di Essa. Dio gioisce nel fare felice l'uomo, da Lui sommamente amato. La volontà umana tiene l'uomo addormentato e incapace di sentire e vedere tutte le carezze e finezze d'amore che Dio Padre ha fatto per lui nella creazione e continuamente gli fa. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 24, 3 Giugno 1928. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", ventunesima puntata, Martedì 4 Dicembre 2018

Ordine, armonia ed eco del Fiat supremo

Gesù spiega che uscendo dalla Divina Volontà Adamo creò il disordine e la disarmonia e che Egli fu sulla terra per poter rimettere in ordine l'umanità decaduta. Occorre farsi investire dal sole del Divin Volere, riconoscerlo, amarlo e volere con tutto se stessi il Fiat divino per far ritornare l'eco della Divina Volontà in mezzo alle creature, per riconoscerne gli atti nel creato e in ogni cosa e tornare così all'ordine della Creazione. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 24, 4 e 16 Aprile 1928. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", ventesima puntata, Martedì 27 Novembre 2018

Dio ci avrebbe voluto tutti davvero felici

Gesù spiega che la creazione fu motivata dalla volontà di Dio di godersi la sua creatura e di farla a sua volta godere di Lui. Egli per trenta anni di vita nascosta rifece tutti gli atti (di ogni creatura) nella Divina Volontà. La prova serve a Dio per verificare se si può fidare dell'uomo. Gesù riordinò tutto l'uomo e si costituì come suo specchio ed esempio. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 23, 8 e 11 Marzo, 1 e 4 Aprile 1928. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", diciannovesima puntata, Martedì 20 Novembre 2018

Il ritorno del regno della Divina Volontà

Adamo perse la Divina Volontà perché ad essa volontariamente si sottrasse, come un disertore. Essa vuole tornare a regnare in coloro che non vogliono più riconoscere la propria volontà, anzi sentono terrore al solo ricordarla. Il ritorno del regno del Fiat è promessa garantita dall'essere parte integrante della preghiera del Padre Nostro. Gesù riallacciò i legami tra volontà umana e divina in Sé lungo tutto il corso della sua vita. Non ha manifestato la bellezza della vita di Adamo prima del peccato orginale se non quando erano maturi i tempi perché il Dono potesse essere di nuovo offerto alle umane creature. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 23, 2, 5 e 12 Febbraio e 3 Marzo 1928. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", diciottesima puntata, Martedì 13 Novembre 2018

Feste, giochi, gioie, trastulli e felicità tra Dio e l'uomo

L'ordine e l'armonia perfettissime della Creazione, come uscì dalle mani di Dio, erano ulteriori elementi per rendere piena la festa, lieti i giochi, piene le gioie del Creatore nel deliziare l'uomo sua creatura. L'uomo purtroppo distrusse tali divini disegni e deteriorò non poco, peggiorandola, la Creazione. Nonostante l'ingratitudine e il peccato dell'uomo, il solo responsabile del male nel mondo, Dio non ha cambiato nulla dei suoi desideri: renderlo pienamente felice anche in questa vita, attraverso il rinnovato dono della Divina Volontà. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 23, 6 e 13 Gennaio 1928. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", diciassettesima puntata, Martedì 6 Novembre 2018

Il sole del puro amore di Adamo

Gesù spiega le opere fatte nella Divina Volontà sono soli splendenti, mentre le opere, anche buone, fatte nell'umana volontà sono piccole fiammelle smorte. Adamo, dopo la creazione, riempiva dei suoi atti tutte le cose create. Era capace di vedere l'amore di Dio dappertutto e di ricambiarlo perfettamente. Tutto ciò perse dopo il peccato. Tre sono i modelli con i quali tornare a tale "Fiat": l'Ente Supremo, Adamo stesso e Luisa, che ha fatto e ci ha insegnato con l'esempio - soprattutto con il continuo girare - come si può rientrare nella vita del Divin Volere. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 23, 2 e 11 Novembre 1927. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", sedicesima puntata, Martedì 30 Ottobre 2018

Dio vuole potersi fidare di noi

Gesù spiega come Dio metta alla prova l'uomo per vedere se può fidarsi di lui e rivela come Adamo non superò una prova relativamente facile, mentre Abramo superò prove difficilissime e divenne l'amico di Dio. Gli atti che Adamo compiva prima del peccato originale e la sua santità superarono di gran lunga gli atti e la santità di tutti i santi anteriori e posteriori alla venuta di Cristo messi insieme. La vita nella Divina Volontà è la santità delle santità, la pienezza della santità, il possesso di tutti i beni divini. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 22, 15 Agosto 1927; Volume 23, 2 Ottobre 1927. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", quindicesima puntata, Martedì 23 Ottobre 2018

La differenza tra il vivere nel Divin Volere e fare la Divina Volontà

Il capitale della Divina Volontà donato ad Adamo nella creazione. Adamo respinse il capitale divino e negò a Dio il tenue interesse che gli aveva chiesto. Fare spazio nel cuore alla Divina Parola. La differenza tra il vivere nel Divin Volere e fare la Divina Volontà. Il corredo della volontà umana: debolezza, passioni, stracci e miserie. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 21, 22 Aprile e 8 Maggio 1927. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", quattordicesima puntata, Martedì 16 Ottobre 2018

Mai trasgredire volontariamente la Divina Volontà

Il peccato originale fu come una caduta da un punto altissimo. Adamo si sfracellò e fracassò dando vita alla "generazione degli storpiati", cioè tutta la sua discendenza, vera "famiglia degli storpi". Trasgredire una Volontà Divina che si conosce come espressa, voluta e comandata porta danni irrimediabili. Minori sono le consegenze quando la trasgressione è involontaria, dovuta a ignoranza o buona fede. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 21, 8 Aprile 1927. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", tredicesima puntata, Martedì 9 Ottobre 2018

Alla riconquista del regno perduto

Dio era felice di vedere Adamo felice della sua stessa felicità. Lui perdette il regno del Fiat supremo col peccato originale, ma i suoi discendenti hanno il potere di riacquistare e riconquistare il regno perduto. Devono anzitutto accoglierlo e volerlo e imparare a riconoscere nel Creato gli atti e la potenza della Divina Volontà. Le creature sono ladre dei diritti divini: hanno dato a Dio il dolore di veder respinta la Sua Volontà e ne prendono continuamente le opere dalla creazione senza nemmeno ringraziare. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 20, 6 Febbraio 1927. Volume 21, 10 e 26 Marzo 1927. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", dodicesima puntata, Martedì 2 Ottobre 2018

La veste e la tunica di Adamo

Nell'Eden Adamo non era nudo, ma vestito della veste dell'innocenza e della tunica della Divina Volontà. La stessa tunica che fu tolta a Gesù per essere tirata a sorte e la stessa veste di Gesù che fu stracciata e divisa tra i soldati. Gesù e Maria condivisero la condizione di Adamo decaduto per riscattarlo. Gesù risorto tornò ad indossare la veste di luce che aveva Adamo e che perdette col peccato originale. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 20, 12 Dicembre 1926. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", undicesima puntata, Mercoledì 26 Settembre 2018

Lo strappo dopo la caduta di Adamo

Dopo il peccato originale Adamo si sentì solo, impaurito, privo di ogni bene e felicità e il creato che gli si era rivoltato contro. Prima della caduta non esisteva la preghiera di domanda, ma solo quella di amore, lode e adorazione. Ogni atto compiuto da Adamo nello stato di innocenza era perfetto e divino e partecipava della perfezione degli atti del Creatore. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 20, 10 Novembre 1926; Volume 20, 16 Novembre 1926; Volume 20, 6 Dicembre 1926. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", decima puntata, Mercoledì 19 Settembre 2018

La bella statua dell'uomo

Dio narra la creazione dell'uomo, la "bella statua di Dio", tutto l'amore che riversò in lui e come tutto il creato sia un atto di amore nei suoi confronti. La perfetta risposta di amore prima del peccato originale. La pessima risposta che tutte le creature danno a Dio dopo il peccato originale. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 20, 29 Ottobre 1926. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", nona puntata, Martedì 11 Settembre 2018

Il "grazie" di Adamo a Luisa

Luisa si offre totalmente al regno del Divin Volere, desiderando annientare totalmente la sua volontà per dar vita solo a quella Divina, volendo con ciò riparare la disobbedienza di Adamo e restituirgli l'onore perduto scegliendo di fare la propria volontà umana. Adamo la ringrazia di persona per avergli restituito l'onore perduto e saluta la benedizione del nuovo avvento del regno del Fiat Supremo. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 20, 26 Ottobre 1926. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", ottava puntata, Martedì 4 Settembre 2018

Ciò che perse Adamo

Adamo peccando perdette una Volontà Divina, perdette la forza del suo Creatore, il dominio sul creato e su di sé, il primato, la primogenitura e la capacità di stare degnamente alla presenza di Dio. Perché fu necessario che Gesù patisse tanto fino all'ultima goccia di sangue. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 19, 29 Luglio e 8 Agosto 1926; Volume 20, 12 Ottobre 1926. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", settima puntata, Mercoledì 22 Agosto 2018

Conoscere e possedere il regno della Divina Volontà

Gesù spiega perché non volle manifestare le conoscenze del Regno del Fiat quando era sulla terra. Spiega anche come Adamo abbia vissuto per un certo tempo nel Divin Volere e dopo il peccato sia stato incapace non solo di ricuperarlo, ma anche di parlarne. Conseguenze devastanti della sottrazione di Adamo al Volere Divino. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 19, 1 e 18 Luglio 1926; Volume 20, 17 Settembre 1926. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", sesta puntata, Martedì 7 Agosto 2018

Equilibrio e connessione con la Divina Volontà

Cosa vuol dire agire in connessione con la Divina Volontà. Importanza straordinaria dell'equilibrio. La volontà umana scava una distanza abissale tra creatura e Creatore e fa perdere santità, bellezza e nobiltà. La grande differenza tra il vivere nella Divina Volontà ed essere sottoposto ad Essa. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 18, 11.2.1926 e Volume 19, 31.05.1926. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", quinta puntata, Martedì 31 Luglio 2018

Gli atti di Adamo prima e dopo il peccato originale

Gli atti compiuti nella o senza la Divina Volontà hanno una differenza abissale agli occhi di Dio. Ammalianti i primi, indifferenti e insipidi i secondi. Dopo la colpa d'origine gli atti di Adamo persero la bellezza che avevano. La Chiesa stessa insegna la differenza sostanziale tra un atto compiuto se si è in grazia di Dio e un atto, anche buono, compiuto senza essere in grazia di Dio. I rapporti tra Dio e la creatura sono rigorosamente personali e interpersonali. Mai Dio violenta la creatura, ma vuole che essa, volontariamente, volentieri e liberamente le dia il ricambio di amore che a Lui è dovuto. Se si sprecano le grazie, Dio non forza la creatura, ma le trasferisce a persona più degna. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 18, 28.1.1925 e 07.02.1926. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", quarta puntata, Martedì 24 Luglio 2018

Volubilità umana e scienza infusa in Adamo

La volontà umana rende l'anima volubile in tutto, qual vento che muove una canna vuota soggetto a continui cambiamenti e alterazioni. Dio non forza mai la libertà della volontà umana. Adamo fu creato dotato di scienza infusa per cui possedeva la conoscenza perfetta di tutte le cose di questa terra. Tale scienza sarà donata a chi vive nel regno della Divina Volontà? Riferimenti: Libro di cielo, Volume 17, 27.11.1924 e 27.01.1925; Volume 18, 12.11.1925. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", terza puntata, Martedì 17 Luglio 2018

L'amore in cui fu creato Adamo

Dio creò nell'uomo tanti germi di amore ed onde di amore sparse in tutta la creazione. L'uomo deve imparare a conoscere e riconoscere questo amore. Adamo peccò perché dimenticò l'amore di Dio e dubitò di esso. E così perdette l'amore verso di Lui, verso il prossimo e verso se stesso. La Divina Volontà era ed è la veste regale dell'uomo. Delizie, estasi, carezze e basi furono preparate da Dio per l'uomo che vive nel Divin Volere e sono sospese fino a quando qualcuno non sia in grado di riceverle. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 15, 28.06.1923; Volume 16, 06.09.1923, 14.01 e 28.02.1924. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", seconda puntata, Martedì 10 Luglio 2018

L'Eden personale e l'Eden terrestre nella creazione dell'uomo

Dio creò l'uomo dotato di tutti i beni soprannaturali, preternaturali e naturali, tra cui spiccava il dono della Divina Volontà. Lo creò in una perfetta armonia, risultante dalla perfezione del corpo e dalla perfezione dell'anima (Eden personale) immettendolo in uno stato di perfetta felicità e di armonia con tutto il creato (Eden terrestre). Come fece il male ad entrare nel cuore di Adamo per indurlo al peccato. Riferimenti: Libro di cielo, Volume 15, 25.04, 29.05 e 06.06.1923. Catechesi sulla Divina Volontà "Adamo e la vita nella Divina Volontà", prima puntata, Martedì 3 Luglio 2018