Meditazioni mariane sulla Divina Volonta


Meditazioni sui brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, per il mese di Maggio, i sabati e le feste e memorie mariane
Inauditi prodigi del Divin Volere

Le prerogative singolari che ebbe la Divina Maria per essere scelta da Dio per la sua unica missione. Gesù rivela la terribile asprezza della sua agonia nel Getsemani e come la Madonna concorse ad aiutare Gesù a non morire sotto il peso di tante aspre pene. Fu il prodigio della Divina Volontà a rendere possibile tale operazione. I prodigi del Divin Volere non si possono numerare né calcolarne il valore (Volume 13, 27 Ottobre e 11 Novembre 1921). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 15 Giugno 2019

Il prodigio più grande tra Cielo e terra

Gesù spiega come al momento del concepimento di Maria Santissima, tutte le creature furono concepite in Lei ed Ella, a sua volta, fu concepita in ciascuna creatura. Ella è vera e autentica Madre di ogni creatura umana, senza eccezione alcuna. Prodigi portentosi di tale inaudito mistero e sue splendide, divine e mirabili conseguenze. Tutti i trionfi di Maria sono a nostra perpetua disposizione. Il dolore di Maria nel veder non conosciute tali grazie o, peggio, nel vederle respinte o misconosciute (Volume 34, 20 Dicembre 1936). Meditazione mariana in occasione della festa di Maria Madre della Chiesa, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Lunedì 10 Giugno 2019

L'Eletta fra tutte le elette e la tutta bella

La Divina Maria è l'Eletta tra le elette, la tutta bella che fece a Dio il dono della sua umana volontà lasciandola come morta sulle ginocchia dell'Altissimo. Ella riserva lo stesso amore e tenerezze avute verso Gesù alle anime che vivono nella Divina Volontà. Fu Lei a completare gli atti dei santi fatti nei quattromila anni che precettero l'incarnazione e a completarli con i suoi atti puri e e divini. (Volume 18, 10 Ottobre e 12 Novembre 1925). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 8 Giugno 2019

Il pelago della felicità

L'Immacolata Concezione diede a Maria il pelago della felicità per l'abisso di amore di cui fu inondata e per il Fiat in cui fu immersa. Ella vuole dare tale vita e tale felicità a tutti i suoi figli. Divenimmo tali fin dal momento in cui fu concepita, per un prodigio del Volere Divino. La Madonna desidera che gustiamo la pienezza della felicità già da questa terra, non accontentandosi di aiutarci nella grande opera della salvezza. (Volume 34, 1 Marzo, 21 Aprile e 20 Maggio 1936). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 1 Giugno 2019

Prima il regno della Divina Volontà

Gesù rivela a Luisa che Lui e la divina Maria sono come un parto gemellare del Fiat supremo. Gli effetti portentosi dei giri nel Fiat supremo. La Madonna è creatura che ha però il primato e la sovranità piena su tutto e su tutti, illuminata totalmente di luce riflessa dalla sorgente del sole che è Gesù. Il regno della Divina Volontà viene prima di ogni cosa ed è tutto interiore. Ad esso Gesù dedicò la parte principale e più lunga della sua vita terrena (Volume 23, 9 e 20 Febbraio 1928 e 11 Marzo 1928). Meditazione mariana in occasione della festa della visitazione di Maria a santa Elisabetta, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Venerdì 31 Maggio 2019

La fecondità Divina di Maria

Gesù le spiega come il regno del Divin Volere renda chi lo possiede divinamente fecondo, in modo da far uscire da sé tesori di luce, di felicità e di santità divina. La Madonna fu ed è la prima a possedere tale fecondità e con essa compì gli atti che causarono l'incarnazione del Verbo ed i primi a causare l'avvento del regno del Fiat. Importanza degli atti compiuti dalle anime per l'avvento di tale regno. (Volume 23, 27 Novembre e 1 Dicembre 1927). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 25 Maggio 2019

Il trionfo della Divina Volontà

La Divina Volontà rende l'anima perfettamente lavorabile dalla grazia di Dio Padre e copia vivente della Madonna, di cui attira le grazie e gli sguardi. I tempi funesti (anche quelli attuali) concorrono al trionfo della Divina Volontà, che Gesù ha affidato in modo peculiare alla Madonna. Chi si mette sotto la sua protezione (attraverso la consacrazione) non deve temere alcun pericolo. La libera volontà umana, che rende possibile accogliere quella Divina e vivere "alla divina" fin da questa terra, è il prodigio più grande di amore che Dio potesse fare per la creatura (Volume 33, 14 Maggio 6 e 17 Giugno 1935). Meditazione mariana in occasione della memoria della Madonna di Fatima, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Lunedì 13 Maggio 2019

Magari si comprendesse che significa vivere nel Fiat!

Gesù le mostra come la Madonna conosca tutti i segreti e le vie del regno del Fiat, di cui è Sovrana e Guida di tutti, l'Annunciatrice e la Conduttrice. Per l'avvento del Regno è necessario raggiungere il numero stabilito di atti nel Divin Volere. La vita nel Fiat è uno sposalizio reale con l'Ente Supremo che fa sorgere diritti bellissimi e inimmaginabili (Volume 30, 13 Marzo e 17 Giugno 1932). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 11 Maggio 2019

Conosciuti da Dio solo

Gesù spiega come le più grandi opere di Dio sono fatte con anime sconosciue e vergini e tale era l'anima della Divina Maria. Dio copre di ordinarietà le sue opere straordinarie. Il senso divino delle pene e delle aridità e tenebre vissute dalle anime nella Divina Volontà. L'assistenza dei rappresentanti di Gesù e quando essa si rende davvero necessaria (Volume 15, 20 Aprile, 23 Maggio e 11 Luglio 1923). Meditazione mariana sulla Divina Volontà nella festa della Madonna di Pompei, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Mercoledì 8 Maggio 2019

La Celeste Copritrice dei suoi figli

Gesù le spiega come la razza umana, col peccato, si sia deturpata fino a diventare orrida agli occhi dell'Altissimo e che solo Maria diede a Dio la gioia di vedere la perfezione assoluta della sua creazione. Di conseguenza Dio guarda tutte le creature solo in Lei e attraverso di Lei e Lei, a sua volta, ama infinitamente tutti i membri della razza umana, li copre e li scusa presso l'Altissimo e ottiene per loro salvezza, conversione, grazie e santità (Volume 33, 4 Febbraio 1934). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 27 Aprile 2019

Colei che tutto prese da Gesù

Gesù le spiega come la Madonna fu l'unica a prendere "tutto" dalla vita, Passione e Morte di Gesù, senza farsi sfuggire neppure un suo respiro. Ella, operando in tutto nel Divin Volere, diede tutto ciò che le creature dovevano dare al Creatore, operando in modo universale che è l'unico modo divino. La vera devozione alla Madonna porta a vivere nella Divina Volontà (Volume 19, 20 e 26 Giugno 1926). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 6 Aprile 2019

Chi sono i veri umili

Gesù le mostra come Egli volle prendere la condizione umana dell'uomo decaduto, non quella propria dell'Adamo innocente e così fu per la Divina Maria. Il che attesta come solo Loro furono gli unici veri umili. Lo stile che Dio ha nelle opere a favore degli uomini: sceglie una creatura singola, di cui fidarsi e in cui riversare tutto il bene che vuole fare a tutti, per poi, da questa, estenderlo in modo universale (Volume 20, 20 Ottobre 1927). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 30 Marzo 2019

Il Divino Prigioniero. "Chiudersi" in Maria

Gesù narra lo stile con cui fu realizzato, dalla Santissima Trinità, il Fiat creante, redimente e santificante. Parla dell'incarnazione e di come la Madonna lo accolse. Gesù spiega quali sono le sue tre carceri e a cosa servì (e serve) il farsi, volontariamente, divino Prigioniero. Solo l'umana volontà ci mette fuori di Dio (Volume 27, 22 Dicembre 1929 e 20 Gennaio 1930). Meditazione mariana sulla Divina Volontà nella solennità dell'Annunciazione, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Lunedì 25 Marzo 2019

Bellezze, gioie e felicità interminabili

Gesù le spiega come la Madonna sia unica nella sua bellezza, ma non l'unica... nel senso che molte saranno le anime che, vivendo nel Divin Volere, riceveranno le multiformi e sempre nuove bellezze di Dio, dando a Lui gloria e gioia. La Madonna aspetta con gioia di vedere formati questi piccoli soli che brilleranno affianco all'immenso Sole che Lei è (Volume 23, 20 Ottobre 1927). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 16 Marzo 2019

Colei che nulla negò a Dio

Gesù le mostra la grandezza della Madonna, Colei che nulla negò a Dio né mai si tirò indietro dinanzi a qualunque sacrificio. Alcune fondamentali e stabili disposizioni della Madonna che devono essere imitate da chi vuol vivere nel Divin Volere. Tutti gli atti della Divina Maria erano sempre di valore divino e infinito perché sgorganti dal Fiat Supremo a cui Ella incessantemente era unita (Volume 28, 7 e 18 Ottobre 1930). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 9 Marzo 2019

L'Invincibile Amante

Gesù le spiega come il Fiat supremo soggiogò il volere umano della Madonna fin dal suo concepimento e come il volere di questa santa creatura, a sua volta, soggiogò il "Fiat" divino. La forza potente e rapitrice di Maria, l'Invincibile Amante che fece dell'Ente Supremo ciò che volle. Rendersi conto di cosa significhi vivere nel Divin Volere, unica via per essere realmente felici e santi (Volume 34, 23 Agosto 1936). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 23 Febbraio 2019

Senza vita interiore non c'è nessuna santità

Gesù racconta a Luisa quanto era esteriormente normalissima e comunissima la vita della Sua Santa Madre e come tutto il tesoro della sua vita fosse interiore. Gli atti interni della Divina Maria erano intrecciati con quelli di Gesù e con quelli di tutta la creazione e le causarono una gloria eterna immensa, inarrivabile e inimmaginabile (Volume 14, 16 Marzo e 15 Agosto 1922). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 16 Febbraio 2019

Il vero eroismo e il più grande coraggio

Gesù parla a Luisa dell'Immacolata Concezione e le spiega come essa fu conseguenza della vita della Divina Volontà che la Madonna ebbe in sé fin dal primo istante avendo il coraggio e l'eroismo di dire subito al suo Creatore: "non voglio conoscere la mia volontà, ma voglio come vita solo il Volere Divino". Se le creature conoscessero cosa significa vivere di Volontà di Dio farebbero di tutto per conoscerla e vivere di Essa (Volume 25, 8 Dicembre 1928). Meditazione mariana in occasione della memoria della beata Vergine Maria di Lourdes, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Lunedì 11 Febbraio 2019

I tre Fiat

Gesù parla a Luisa dei tre "Fiat": creante, redimente e santificante. E le spiega anche le modalità che Egli ha adoperato per manifestarli fuori di sé. I tre "Fiat" sono inseparabili e tutti devono avere il perfetto compimento. La Madonna fu spettatrice privilegiata della potenza infinita del Fiat, che sentiva in sé in tutta la sua forza creatrice (Volume 12, 24 Gennaio e 2 Febbraio 1921). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 9 Febbraio 2019

Il "Fiat" onnipotente, fecondo e santo

Luisa vede la Madonna con un globo di luce al suo interno con la scritta "Fiat". La Vergine le parla dell'onnipotenza, fecondità e santità del Fiat e delle gioie, bellezze, virtù, grazie e grandezze che esso generò in Lei e genera in tutto. Gli intimi scambi di amore tra Gesù e la Vergine Santissima mentre Lei allattava il Divino Bambino. La consumazione di sé nell'amore (Volume 8, 5 Aprile e 27 Dicembre 1908 e volume 10, 21 Giugno 1911). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 2 Febbraio 2019

L'origine del bene e del male

Maria santissima fu anzitutto esempio solare del vivere nel Divin Volere, mostrando il primato e l'importanza di una vita nascosta e proprio per questo massimamente operosa nei confronti del prossimo. Fu la "Piccola" per antonomasia, la Campionessa indiscussa dell'umiltà. E per questo in Lei non poté entrare la minima crescenza di male (Volume 16, 20 Agosto e 10 Novembre 1923). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 19 Gennaio 2019

Ringraziare, decidere e affidarsi

Luisa fa uno splendido giro per tutte le generazioni per ringraziare Dio di aver creato la Madonna e di averla ricolmata di beni e grazie per tutto il genere umano. Gesù approva e manifesta il suo grande gradimento. La Madonna compie alcune operazioni di grazia, celandole nel mistero, nell'anima di Luisa: ad immagine di tutto ciò che la grazia, misteriosamente, opera in noi. Il "fiat mihi" della Madonna e il nostro "Fiat": cosa significa che per entrare nella Divina Volontà basta solo "decidersi" (Volume 12, 18 e 25 Dicembre 1920 e 10 Gennaio 1921). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 12 Gennaio 2019

Amore, solo amore

Maria santissima fu la prima a ricevere l'eredità divina persa da Adamo e vuole renderne partecipi i suoi figli. Questo sarà possibile solo quando la Divina Volontà sarà ben conosciuta e le creature ne prenderanno possesso. La Divina Maria sa che Gesù vive di solo amore e preparò, alla sua nascita, una gigantesca culla di amore spandendo il suo "Gesù ti amo" dappertutto. Gesù vive di amore e brama solo di essere accolto e amato dalle umane creature (Volume 34, 28 Dicembre 1936 e 1 Gennaio 1937). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 5 Gennaio 2019

La Divina Volontà già regna

Gesù le rivela che, sia pur in modo nascosto e misterioso, la Divina Volontà ha già in atto il suo regno. Le fa uno splendido paragone con i misteri della Sua vita terrena per farle comprendere come, nell'operare divino, c'è sempre un primo periodo in cui Egli opera nel silenzio e nel nascondimento e con poche anime, per poi, a suo tempo, manifestare pubblicamente e universalmente quanto già avviato e operato con i primi pochi testimoni (Volume 27, 21 Ottobre 1929). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 22 Dicembre 2018

Dio prova la volontà e la libertà

Gesù le rivela la prova a cui fu sottoposta Maria Santissima: scegliere, liberamente, fin dal primo istante del suo concepimento, se aderire alla Divina Volontà perdendo e sperdendo in Essa la sua oppure mantenere la sua pur buona volontà umana. Solo per questo Ella divenne l'Unica e l'Irripetibile, la piena di grazia e totalmente divina. Ciò che Gesù fece con la Madonna lo fa con ogni creatura intelligente: prova la volontà, perché non vuole schiavi al suo servizio, ma solo chi liberamente e consapevolmente abbia fatto dinanzi a Lui le scelte giuste (Volume 17, 8 Dicembre 1924). Meditazioni del sabato, giorno che la Chiesa dedica alla Madonna, tratta dai brani dedicati alla Divina Maria del Libro di Cielo della Serva di Dio Luisa Piccarreta, Sabato 15 Dicembre 2018

Cosa significa essere Dio

Gesù le spiega a quali condizioni si è verificata la sua incarnazione nel grembo di Maria Santissima. Le spiega anche come è avvenuto il prodigio dell'Immacolata Concezione, mostrandole cosa sia profondamente la natura divina e la volontà divina. La Divina Volontà può fare tutto e giungere ovunque, purché l'anima non ne interrompa il corso opponendo la sua volontà umana (Volume 16, 6 e 8 Dicembre 1923). Meditazione mariana in occasione della memoria della traslazione a Loreto della santa Casa di Nazareth, Lunedì 10 Dicembre 2018

Il regno del Fiat è il regno della Vergine Maria

Gesù le spiega che la Madonna è la copia più perfetta dei figli del Regno del Divin Volere, che è regno di luce, di ricchezze infinite, di perfetta santità e di dominio. Intorno al trono della Divina Maria ci sono dei posti vuoti, che saranno occupati solo dai figli del Fiat Supremo, il cui regno si chiamerà pure "il regno della Vergine" (Volume 20, 4 e 10 Novembre 1926). Meditazione mariana del sabato, Sabato 24 Novembre 2018

Silenzio e preghiera

La Madonna "attirò" in sé il Verbo Divino per il prodigio dell'incarnazione grazie alla luce che in Lei si era formata in virtù della Divina Volontà. Ella è il Paradiso mistico di Dio, in niente dissimile dalla Patria Celeste. In Lei sono racchiusi tutti i beni e i tesori divini e da Lei fluiscono e profluiscono come grazie su coloro che li chiedono o quanto meno non li rifiutano con ingratitudine. Il silenzio e il nascondimento di Maria e il mistero dei suoi anni trascorsi nel Tempio di Gerusalemme (Volume 23, 18 e 22 Dicembre 1927). Meditazione mariana in occasione della memoria liturgica della presentazione di Maria al Tempio, Mercoledì 21 Novembre 2018

L'unità della Luce della Divina Volontà

Gesù le spiega cosa è "la sorgente della luce della Divina Volontà" e come la Madonna sempre in questa luce è vissuta, luce persa da Adamo. Un minimo atto della Madonna vale più di tutti gli atti delle creature messe insieme. Perché la vita nella Divina Volontà è così bella, importante e sommamente gradita a Dio (Volume 19, 31 Maggio 1926). Meditazione mariana del sabato, Sabato 17 Novembre 2018

Maria, Sole parlante di amore divino

Gesù le spiega che Dio non rivela sempre tutto e subito, ma gradualmente porta la creatura che si lascia condurre verso i suoi Voleri. Così fece anche con la Madonna e così porta gli uomini a vivere nella Divina Volontà. Il dono del Fiat supremo fu il più grande che Dio potesse fare alla Divina Maria. In forza di esso, Ella sprigionava un continuo "sole parlante" di amore a Dio e alla creazione tutta. Vivere nella Divina Volontà significa acquistare "il dire, il fare e l'amare continuo" (Volume 32, 14 Maggio e 6 Agosto 1933). Meditazione mariana del sabato, Sabato 27 Ottobre 2018

Le privazioni e la fede della Divina Maria

Gesù le spiega come anche la Madonna vivesse, sulla terra, l'esperienza delle dolorose privazioni di Gesù e che esse, se vissute con fede e amore, non solo non separano da Lui, ma rafforzano l'unione con Lui. Le spiega anche la grandissima fede che ebbe la Divina Maria e come l'Altissimo, per fargliela esercitare, le occultò la conoscenza di molte cose. Esempi e applicazioni per noi (Volume 19, 22 Agosto e 13 Settembre 1926). Meditazione mariana del sabato, Sabato 20 Ottobre 2018

Un regno di amore divino

Gesù afferma che la Madonna fu da subito capace di amare Gesù come Lui desidera, cioè in modo divino, non dissimile dalla vita di amore che circola nella Santissima Trinità. Questo stesso amore vuole dare e ricevere dalle creature che faranno e vivranno nella Divina Volontà. La Divina Maria è Colei che, conoscendo tutti i segreti e le vie di questo regno ed avendone le chiavi, deve essere invocata perché ci faccia da guida e da maestra di questo regno (Volume 30, 25 Dicembre 1931 e 13 Marzo 1932). Meditazione mariana del primo sabato del mese, Sabato 6 Ottobre 2018

Vita divina o vita umana?

Gesù le spiega come amare nella Divina Volontà faccia distendere gli atti di amore nel presente, nel passato e nel futuro. La Madonna visse nella Divina Volontà, ma non ebbe il compito di farla conoscere alle creature. Si può soffrire in modo divino, senza perdere la pace e la felicità, oppure in modo umano. Tutte le sofferenze di Gesù e di Maria furono sempre e solo sofferte in modo divino (Volume 22, 20 e 29 Giugno e 8 Settembre 1927). Meditazione mariana del Sabato, 29 Settembre 2018

La potenza della Signora, Madre e Regina

Gesù le rivela che la Divina Maria tutto operò insieme con Lui nella Divina Volontà, compresi i miracoli e tra essi il più grande, quale l'istituzione dell'eucaristia. Diletto che Gesù provava in questo. La Madonna è Madre e Signora di tutte le anime e Regina dei figli del Regno della Divina Volontà (Volume 33, 8 Luglio 1935). Meditazione mariana del Sabato, 22 Settembre 2018

Colei che fece vita perfetta nel Divin Volere

Gesù spiega come Dio nel corso della storia, solo tre volte ebbe modo di prendersi i trastulli nel Divin Volere e divertirsi con l'uomo: con Adamo innocente, col Verbo fatto carne e con Maria Santissima. Questa fu Colei che fece vita perfetta nel Divin Volere, vivendo come se non avesse la volontà sua, giungendo ad una spogliamento totale della propria umana volontà. Luisa è stata la prima creatura della razza umana decaduta a tornare a vivere questa vita tutta santa e divina. La prima di una lunga serie, composta da tutti coloro che si impegneranno sul serio ad entrare in questo mondo divino per vivere il Cielo sulla terra (Volume 16, 22 Febbraio 1924). Meditazione mariana in occasione della memoria liturgica del Santo Nome di Maria, Mercoledì 12 Settembre 2018

La nascita di Maria e la rinascità dell'umanità

La nascita della beatissima Vergine Maria fece esplodere di gioia e di tripudio l'intera creazione, che finalmente aveva la sua Regina. In Lei tutti sono rinati alla Grazia e per questo Ella sente nel suo cuore la vita di tutti i suoi figli, che in Lei sola devono cercare sicurezza, riposo e rifugio. Maria e Gesù vissero di "sfoghi di amore". La Divinità creò l'universo intero solo per un divino sfogo di amore e concederebbe ad ogni creatura di godere pienamente di esso se tutte assomigliassero alla Madonna e vivessero come Lei (Volume 26, 8 e 28 Settembre 1929). Meditazione mariana di Sabato 8 Settembre 2018, festa della Natività della Beatissima Vergine Maria

Colei che sempre e liberamente si piegò alla Volontà di Dio

La Divina Volontà procede in tutte le cose osservando un estremo e perfetto ordine. La Vergine Regina piegò sempre la sua volontà umana sotto la Volontà Divina e la fece regnare liberamente. Il suo umano volere subiva il continuo atto del Divin Volere e lo faceva fare sempre e in tutto senza mai opporsi. Questa fu la sua eccelsa ed unica grandezza e l'esempio che lascia a tutti coloro che desiderano vivere nella Divina Volontà (Volume 26, 27 Luglio 1929). Meditazione mariana del primo sabato del mese, Sabato 1 Settembre 2018

Povertà e sofferenza volontarie di Gesù e di Maria

Gesù spiega che la povertà che vissero Lui e la Madonna fu del tutto volontaria, spontanea, vissuta per amore e per dare esempio di distacco dalle cose basse della terra. Nella Divina Volontà, infatti, ci sono solo tutti i beni ed ogni ricchezza. Anche le pene e le sofferenze abbracciate da Gesù e Maria per la nostra redenzione furono solo e del tutto volontarie. Ma con esse c'era, ininterrotta e perpetua, la felicità e l'immenso pelago di gioie sempre più immense e nuove che produce la Divina Volontà a cui entrambi erano incessantemente uniti. Felicità che mai persero, nemmeno dinanzi alle pene atroci della Croce (Volume 20, 28 e 30 Gennaio 1927). Meditazione mariana del sabato, Sabato 25 Agosto 2018

Come e perché è la Regina di tutto e di tutti, del cielo e della terra

La regalità universale di Maria è fondata solo sul fatto che Ella appena concepita legò per sempre la sua volontà al trono di Dio senza volerla neppure conoscere. I primi tre atti che fece la Divina Regina Maria appena concepita. I continui amplessi di amore che viveva con l'Altissimo. L'omaggio che tutta la creazione le rese e le rende. Il primo atto che fece quando venne alla luce. L'aver affrettato il tempo dell'incarnazione del Verbo. Volume 15, 8 Dicembre 1922. Meditazione mariana sulla Divina Volontà in occasione della memoria liturgica di Maria Regina, Mercoledì 22 Agosto 2018

Colei che superò tutti in santità

La Madonna fu sempre ininterrottamente connessa e allineata ai Divini Voleri. La perfezione della sua ragione, scevra da tare e imperfezioni e la grandezza del suo amore, la guidarono ad essere sempre la prima in tutto, nell'Amore a Dio e nel perfetto adempimento di tutti i suoi voleri. Ella soccorre la nostra debolezza, che, per la nostra condizione decaduta, incontra innumerevoli ostacoli nella conoscenza e nell'adempimento dei Divini Voleri. Importanza dell'umiltà, della pacatezza, della calma e del dialogo con Gesù per il discernimento dei Divini Voleri (Volume 19, 16 e 28 Aprile 1926). Meditazione mariana del sabato, Sabato 18 Agosto 2018

Colei che ha schiacciato la testa a satana

Gesù rivela a Luisa ciò che fece il demonio dopo aver sentito la condanna e la minaccia dell'Eden e come Dio gli abbia occultato i misteri della redenzione. La Divina Volontà distrugge ogni potere del diavolo, allontanandolo inesorabilmente e rendendolo assolutamente incapace di nuocere. La Divina Maria, per questo, era ed è il terrore dell'inferno. Solo chi vive in Essa sfuggirà definitivamente al suo infernale e diabolico potere (Volume 29, 19 Maggio 1931). Meditazione mariana del sabato, Sabato 4 Agosto 2018

Milioni di spade nel Suo Cuore Immacolato

Le sette spade che la tradizione della Chiesa ha attribuito al Cuore Immacolato sono solo un pallido simbolo delle infinite sofferenze da Lei sofferte per la nostra Redenzione. La Madonna non sapeva che sarebbe divenuta la Madre del Figlio di Dio, tremò e si turbò quando lo seppe, ma subito si rasserenò nel Fiat in cui già viveva (Volume 19, 11 e 18 Luglio 1928). Meditazione mariana del sabato, Sabato 28 Luglio 2018

Il popolo e l'esercito della Celeste Imperatrice

Nazareth fu il punto di richiamo del Regno della Divina Volontà. Gesù e Maria vi erano come Imperatore e Imperatrice senza però ancora avere un popolo che vivesse la legge della Divina Volontà e un esercito capace di combattere per difendere i diritti del Regno del Fiat. Le due volontà umane di Gesù e Maria sono sostegno e aiuto per chi desidera vivere nella Divina Volontà. Per chi vive nel Fiat è sempre festa. La Madonna sapeva da sempre di avere il dono della Divina Volontà, ma non che sarebbe diventata la Madre del Verbo incarnato (Volume 24, 7 e 19 Luglio 1928). Meditazione mariana del sabato, Sabato 21 Luglio 2018

Colei che mai si oppose al Divin Volere

La Divina Maria poté concepire il Verbo solo per la sua unione con la Divina Volontà, a cui sempre piegò la sua volontà umana facendola regnare liberamente senza mai opporle la minima resistenza. L'unione della volontà umana con la Volontà Divina fu anche la causa dell'immacolato concepimento. Dove la Divina Volontà regna, scompare ogni male (Volume 26, 27 e 30 Luglio 1929). Meditazione mariana del sabato, Sabato 14 Luglio 2018

La Copia fedele del Creatore e il suo Regno

La Divina Maria fu la prima figlia della Divina Volontà, la Copia fedele del Creatore e la Copia perfetta di tutta la creazione. Ella sospira l'avvento del Regno divino sulla terra, per avere a sua volta le sue copie. Il Regno del Fiat si chiamerà "Regno della Vergine" (Volume 20, 4 e 10 Novembre 1926). Meditazione mariana del sabato, Sabato 7 Luglio 2018

Gli atti compiuti nella Divina Volontà appartengono a Dio stesso e sono fonte di beatitudine

Gli atti fatti nel Divin Volere sono inseparabili da Gesù e dai Suoi stessi atti. Gli atti che fece la Madonna nella Divina Volontà ridondano in nuove beatitudini e felicità sugli stessi beati del Paradiso. La Divina Maria non mandò perduto neppure un respiro di Gesù e prese tutti il deposito degli atti Suoi ossia tutti i beni e i frutti della Sua Passione e Morte. Così fu di Luisa ed è di tutti coloro che il Supremo Volere ammette alla sua vita e al suo regno. (Volume 19, 15 e 20 Giugno 1926). Meditazione mariana del sabato, Sabato 23 Giugno 2018

Il "fiat" di Maria e il nostro "Fiat" per entrare nel regno della Divina Volontà

La Divina Volontà è il principio e il fine dell'uomo. L'Immacolata Vergine fu lo strumento per l'incarnazione e la redenzione. Luisa fu scelta, come figlia di Adamo, per essere la prima a ricevere il Dono della Divina Volontà e permetterne a tutti, per suo tramite, la sua conoscenza. Felicità terrestre, oltre che celeste, attende chi accoglie il dono e fa quel che si deve fare perchè la Divina Volontà regni nell'anima. Il "Fiat" di Maria e il "Fiat" delle creature. (Volume 19, 6 e 15 Giugno 1926). Meditazione mariana del sabato, Sabato 16 Giugno 2018

Per Lei fu sempre Luce

La Divina Maria visse nel sole del Divin Volere senza mai conoscere notte. I suoi più piccoli atti superarono quelli di tutti i santi messi insieme. L'Umanità santissima di Gesù, tuttavia, supera infinitamente quella di Maria, anzi la eclissa, perché fu unita alla Persona del Verbo ed entrò nella vita trinitaria. Maria è la Regina, la Madre, la Fondatrice, la base e lo specchio della Divina Volontà (Volume 19, 31 Maggio 1926). Meditazione del primo sabato del mese, Sabato 2 Giugno 2018

La Madre connaturale di tutti che meritò per tutti

La Divina Maria meritò per tutti il grande dono della redenzione. Senso corretto per interpretare questa espressione. E fu madre "connaturale" di tutti. Senso corretto per interpretare anche questa espressione (Volume 19, 18 Maggio 1926). La nascita al mondo della Divina Maria rallegrò l'Altissimo e il mondo intero (Volume 19, 23 Maggio 1926). Giovedì 31 Maggio 2018

La vita di Maria fu un continuo e ininterrotto sacrificio

La Divina Volontà si trova perfettamente solo nella creazione e nella Madonna, ma in Maria in forma perfettissima perché dipendente continuamente dall'adesione della sua ragione. Ella conobbe sempre in anticipo le pene che Dio le chiedeva e vi aderì sempre con piena cognizione e assoluta libertà (Volume 19, 28 Aprile 1926). Mercoledì 30 Maggio 2018

Colei che fece la Volontà di Dio come la fa Dio

La Divina Maria fece la Divina Volontà come la fa Dio e questo la rese partecipe dell'immensità, dell'onniveggenza e della fecondità divina, per cui poté concepire il Verbo di Dio (Volume 19, 31 Marzo 1926). Maria fu la vera immagine del vivere nel Divin Volere e perciò è guida e maestra di chi vuol entrare nel regno del Fiat Supremo (Volume 19, 16 Aprile 1926). Martedì 29 Maggio 2018

Si può vivere in modo divino?

La Divina Maria fu la neonata alla Divina Volontà nel tempo, Essa che è la vita e la ragion d'essere dei Beati in cielo (Volume 19, 14 Marzo 1926). Maria fu concepita Immacolata per essere una degna Madre di Dio (Volume 19, 19 Marzo 1926). Dio ebbe come scopo primario della redenzione il Regno del Fiat Supremo sulla terra. Chi vuole può viverci, come Maria Santissima, senza aiuti e senza esempi, ci visse (Volume 19, 28 Marzo 1926). Lunedì 28 Maggio 2018

Divini giochi d'azzardo

Le lacrime di Gesù e le lacrime della Madonna. Quando il pianto è santo (Volume 18, 20 Dicembre 1925). Dio e la Madonna mostrano, fanno conoscere e parlano solo di ciò che è necessario. Imparare da Loro (Volume 19, 6 Marzo 1926). Dio perse il gioco di azzardo con Adamo ed Eva. Ma si rifece con Maria, di cui vinse la volontà umana per ridonarle quella divina (Volume 19, 9 Marzo 1926). Sabato 26 Maggio 2018

I capolavori operati dalla Perfettissima

La vera morte di Maria fu consegnare la sua volontà come morta nelle mani di Dio. Ella ripete tutto ciò che fece a Gesù a coloro che scelgono di vivere nella Divina Volontà (Volume 18, 10 Ottobre 1925). La Vergine coprì e purificò tutti gli atti buoni e santi dell'Antico Testamento che occorrevano per preparare e ottenere la venuta del Redentore e li completò Lei stessa con gli atti suoi nel Divin Volere (Volume 18, 12 Novembre 1925). Venerdì 25 Maggio 2018

La festa della Divina Volontà

La Divina Maria girò incessantemente per tutto il creato per imprimere il ricambio di amore, lode e ringraziamento che l'uomo, ladro e usurpatore, non rende a Dio per ciò che ha fatto per lui (Volume 18, 9 Agosto 1925). La festa dell'Assunzione dovrebbe chiamarsi "festa della Divina Volontà". Tutta la grandezza straordinaria della Divina Maria da essa sola dipende (Volume 18, 15 Agosto 1925). Giovedì 24 Maggio 2018

La Piena di Grazia che mai uscì dal Divin Volere e tutto conobbe di Lui

La maternità di Maria adombra la paternità del Padre e rese Maria così piena di Grazia da poterne dare a tutti senza esaurirne una sola (Libro di Cielo, Volume 17, 4 Maggio 1925). Ella conobbe personalmente per prima tutta l'Opera della Redenzione, fu la prima a beneficiarne in modo eccelso dei frutti e anche Colei che fece tutti i preparativi per renderla possibile (Volume 17, 25 Giugno 1925). Ella non fece cosa alcuna che non contenesse il germe del "Fiat Voluntas Tua" (Volume 17, 2 Agosto 1925). Mercoledì 23 Maggio 2018

Il cuore tutto materno della Divina Maria

Tutta la Chiesa dipende da Maria. Abbracciare tutto e poter dare tutto a tutti è solo di Maria (Libro di Cielo, Volume 17, 15 Aprile 1925). Maria ha la missione unica di Madre di Dio e l'ufficio di Corredentrice e perciò Madre nostra (Volume 17, 1 Maggio 1925). Martedì 22 Maggio 2018

Colei che tutto operò senza nulla far vedere

Maria fu la prima a ricevere la conoscenza e vivere tutte le leggi, beatitudini e parole che Gesù avrebbe predicato e insegnato nella vita pubblica (Libro di Cielo, Volume 16, 24 Febbraio 1924). Senza che nessuno lo sapesse e senza che nulla cambiasse nel mondo, che continuava ad essere malvagio, fece il miracolo più grande, che tutto cambiò: rese possibile l'incarnazione del Verbo di Dio (Volume 16, 24 Marzo 1924). Fu il punto di concentrazione e il punto di partenza dell'intera opera del Redentore, che fu ed era realmente tutto e interamente suo (Volume 16, 6 Giugno 1924). Lunedì 21 Maggio 2018

Cosa fu il prodigio dell'Immacolata Concezione

La semplicità divina e il suo atto unico. Come essa operò nel prodigio dell'Immacolata Concezione. Come fu possibile che l'anima della Divina Maria non fu infettata dal contagio della colpa originale (Libro di Cielo, Volume 16, 8 Dicembre 1923). Sabato 19 Maggio 2018

Colei che fece esultare e divertire Dio

Maria fu Colei che rese credibile e accessibile il mistero dell'incarnazione (Libro di Cielo, Volume 16, 4 Dicembre 1923). La Divina Maria fece suoi tutti gli atti di tutte le volontà umane per preparare il mondo alla discesa del Verbo (Libro di Cielo, Volume 16, 6 Dicembre 1923). Dio ha goduto le gioie della creazione grazie a Maria ed Ella fece esultare e divertire Dio stesso (Libro di Cielo, Volume 16, 22 Febbraio 1924) Venerdì 18 Maggio 2018

Maria: la Reintegratrice del genere umano

Maria fece suoi tutti gli atti della Divina Volontà respinti dalle creature umane: solo grazie a questo il Verbo poté incarnarsi (Libro di Cielo, Volume 16, 15 Novembre 1923). La Divina Maria ben comprese la "storia della Divina Volontà", il dolore di Dio e la grande sventura della razza umana. Consolò Dio e riparò per l'uomo. E tiene il deposito di tutti gli atti di Divina Volontà, da Lei fatti per ogni singola creatura, a loro disposizione (Libro di Cielo, Volume 16, 24 Novembre 1923). Giovedì 17 Maggio 2018

Maria: Nascostissima e Umilissima

Maria aveva tutto l'interno eclissato nell'eterno Sole della Volontà suprema. Fissata e ordinata nella Divina Volontà, era ed è origine dei beni di tutti. La sua nascostissima bellezza interiore si rifletteva nello splendore anche esteriore (Libro di Cielo, Volume 16, 20 Agosto 1923). Ella fu umilissima e sempre si conservò nella sua piccolezza, dando vita in sé solo alla Volontà Divina. Tutto il male dell'uomo viene dalla sua volontà (Libro di Cielo, Volume 16, 10 Novembre 1923). Mercoledì 16 Maggio 2018

La Riedificatrice del regno del Fiat supremo

Come Eva distrusse i piani che la Divinità aveva nella creazione dell'uomo, così la Divina Maria, col vincolare per sempre il suo volere a quello Divino, tutto restituì al Creatore, tutto riparò, e riedificò in sé e inaugurò per l'umanità il regno del Fiat supremo in cui, ora, chi vuole può entrare (Libro di Cielo, Volume 16, 13 Agosto 1923). Martedì 15 Maggio 2018

Solo dal Fiat supremo dipende il valore e la meritorietà degli atti

I dolori di Maria la costituirono Regina, perché animati dal "Fiat" divino (Libro di Cielo, Volume 15, 23 Marzo 1923). Maria, creatua unica nella quale ci sono tutti i beni della Redenzione, fu sempre custodita (Libro di Cielo, Volume 15, 11 Novembre 1923). Lunedì 14 Maggio 2018

La verginità perfetta e il dolore perfetto

La perfetta verginità di Maria: di corpo, di affetti, di cuore e di pensieri (Libro di Cielo, Volume 15, 20 Aprile 1923). I dolori e le privazioni estreme e complete di Gesù e Maria acquistarono tutti i tipi di beni possibili e immaginabili per poterli donare a tutte le creature (Libro di Cielo, Volume 15, 23 Maggio 1923). Domenica 13 Maggio 2018

Chi è davvero la Divina Maria

L'Immacolata Concezione e tutti i prodigi ineffabili che Dio operò in Maria. Ciò che Lei fece dal concepimento alla nascita. Uno spettacolo semplicemente unico e degno solo del cielo (Libro di Cielo, Volume 15, 8 Dicembre 1922). Sabato 12 Maggio 2018

Colei che tutto seppe di Gesù e tutto con Lui condivise

Maria era al corrente di tutte le pene segrete della vita di Gesù (Libro di Cielo, Volume 14, 13 Ottobre 1922). Frutti degli atti che Gesù e Maria fecero insieme nel Divin Volere in nostro favore (Libro di Cielo, Volume 14, 11 Novembre 1922). L'abisso di umiltà della Divina Maria (Libro di Cielo, Volume 15, 22 Febbraio 1923). Venerdì 11 Maggio 2018

Gesù e Maria avevano una sola volontà

Una sola volontà animava ed anima Gesù e Maria: perciò nulla fa Gesù a cui Lei non prenda parte (Libro di Cielo, Volume 14, 20 Luglio 1922). Gli atti di Maria scorrevano nel Divin Volere e si intrecciavano con quelli di Gesù, in modo che Ella ridava a Dio ai suoi diritti e si dava, insieme a Gesù, a tutte le creature (Libro di Cielo, Volume 14, 15 Agosto 1922). Giovedì 10 Maggio 2018

La Divina Volontà operante in Maria

Maria concepì e diede la vita a Gesù solo perché possedeva la Volontà Divina (Libro di Cielo, Volume 13, 25 Dicembre 1921). La grandezza, potenza e santità infinite della vita di Maria e dei beni che da Lei uscivano fu conosciuta da Dio solo. Nessuno vedeva nulla perché nulla appariva di straordinario. Le più grandi operazioni divine si svolgono nell'interiore, senza nulla di eclatante né di esterno (Libro di Cielo, Volume 14, 16 Marzo 1922). Mercoledì 9 Maggio 2018

Amore, preghiera e annientamento di Maria

Dal "Fiat" della Divina Maria escono infiniti atti di grazia (Libro di Cielo, Volume 12, 2 Febbraio 1921). L'amore di Maria supera quello di tutte le creature insieme, perché fece incarnarsi il Verbo in Lei (Libro di Cielo, Volume 12, 8 Marzo 1921). Prerogative uniche di Maria, perché il Verbo potesse incarnarsi in Lei (Libro di Cielo, Volume 13, 27 Ottobre 1921). Martedì 8 Maggio 2018

La potenza del "Fiat mihi" di Maria. I tre "Fiat"

La potenza del "Fiat mihi" della Divina Maria e la sua diffusione su tutta l'opera della Redenzione e della santificazione (Libro di Cielo, Volume 12, 17 Gennaio 1921). I tre "Fiat". Gli effetti del secondo "Fiat" detto da Maria, di cui Lei solo fu spettatrice (Libro di Cielo, Volume 12, 24 Gennaio 1921). Lunedì 7 Maggio 2018

La Corredentrice e la Madre di misericordia

Il dolore della Divina Maria, Madre di tutti gli uomini, per quello che soffrono i suoi figli (Libro di Cielo, Volume 12, 28 Maggio 1918). Tutte le pene del Cuore di Gesù, Egli le sente nel Cuore di sua Madre (Libro di Cielo, Volume 12, 27 Gennaio 1919). L'amarissima Passione redentrice di Gesù iniziò nel seno di Sua Madre, che ne prendeva parte (Libro di Cielo, Volume 12, 4 Febbraio 1919). Venerdì 4 Maggio 2018

Abbandonarsi completamente e ringraziare per il dono della Divina Maria

Ringraziare Dio per il dono della Divina Maria, da cui scendono per noi tutte le grazie (Libro di Cielo, Volume 12, 18 Dicembre 1920). Le operazioni di Maria nell'anima. Non occorre comprendere, ma avere fiducia (Libro di Cielo, Volume 12, 25 Dicembre 1920). Effetti prodigiosi del "Fiat" divino di Maria (Libro di Cielo, Volume 12, 10 Gennaio 1921). Giovedì 3 Maggio 2018

Maria, il cielo di Gesù

La consumazione di Maria nell'amore (Libro di Cielo, Volume 10, 21 Giugno 1911). Il pensiero ininterrotto che Maria aveva della Passione di Gesù (Libro di Cielo, Volume 11, 24 Marzo 1913). Maria fu il cielo di Gesù, in cui Egli restava perennemente bilocato (e Lei in Lui). L'elettricità che passava tra Gesù e Maria, causata dalla perfetta corrispondenza della Vergine Divina al Fiat e dal suo attingere ogni cosa da Gesù solo (Libro di Cielo, Volume 11, 9 Maggio 1913). Mercoledì 2 Maggio 2018

"Fiat". "Ti amo".

Tutta la vita e la santità della Divina Maria sono uscite dalla parola "Fiat" (Libro di Cielo, Volume 8, 5 Aprile 1908). Il "Ti amo" infinito tra Gesù e Maria (Libro di Cielo, Volume 8, 27 Dicembre 1908). Martedì 1 Maggio 2018