Omelie di don Leonardo Maria Pompei, 2018


Raccolta delle omelie di don Leonardo Maria Pompei tenute durante le Messe domenicali e festive dell'anno 2018
Preparare la via del Signore

Non è possibile incontrare e accogliere il Signore senza prepararsi. Giovanni Battista ebbe la funzione di preparare il terreno dei cuori all'incontro con Gesù e la Chiesa ce lo propone come bussola del cammino di Avvento. Anzitutto è necessario fare silenzio e stare in silenzio e poi rimuovere le situazioni che ostacolano l'incontro con Gesù: i monti della superbia, le valli della disperazione, i sentieri tortuosi della trasgressione e quelli impervi dello smarrimento nichilista. Omelia Domenica 9 Dicembre 2018, seconda domenica di Avvento, anno C, santa Messa festiva

A testa alta

L'Avvento celebra le tre venute di Gesù nella vita dell'uomo: la venuta storica nell'umiltà, l'ultima venuta nella gloria, la misteriosa venuta intermedia (o continua) nelle vite degli uomini che non si chiudono alla sua grazia. Per essere pronti all'ultima venuta di Gesù e per accogliere quelle nella nostra vita occorre essere vigilanti, capaci di preghiera vera e profonda, non ripiegati su se stessi, non paurosi. Ma camminare sereni, affrontando tranquillamente ogni cosa, nella certezza che Lui è presente e guida la storia. Omelia Domenica 2 Dicembre 2018, prima domenica di Avvento, anno C, santa Messa festiva

Quale re voglio servire?

Gesù offre a tutti coloro che lo desiderano il suo regno divino, venuto a soppiantare il regno di satana. Chiedersi in quale regno si sta miltando. Nel regno di Gesù si vive nella pace e nell'amore. E senza alcuna costrizione. Nel regno di satana nella discordia, nell'angoscia e nella guerra. E come schiavi forzati. Omelia Domenica 25 Novembre 2018, solennità di Cristo Re, anno B, santa Messa festiva

Regno di verità e di libertà

Il regno che Gesù viene a portare sulla terra è regno universale sui cuori che liberamente lo accolgono. Ci invita ad esso illuminandoci con la luce della verità, mai forzando nessuno ad accoglierlo. Omelia Sabato 24 Novembre 2018, solennità di Cristo Re, S. Messa prefestiva

Il senso delle prove nell'esistenza terrena

La pedagogia divina ha, nel suo agire, sempre una legge: una grande prova, una grande tribolazione, una grande crisi è sempre finalizzata ad una rinascita, una risurrezione, un cambio di vita. Questo vale soprattutto nella nostra vita e nella nostra esistenza. Le prove e le tribolazioni, lungi dall'essere una disgrazia o una maledizione, sono occasioni preziose di conversione e "appuntamenti" in cui Dio ci attende per rinnovarci. Omelia Domenica 18 Novembre 2018, santa Messa ore 10:30, trentatreesima domenica del tempo ordinario, anno B

Tribolazioni e prove?... Nessuna paura!

Il discorso escatologico ha sullo sfondo la distruzione storica di Gerusalemme e la Passione e morte di Gesù. Anche la Chiesa vive, storicamente, i suoi momenti di grande travaglio e tribolazione. Ma ne esce sempre più bella, più purificata e più radiosa di prima. Omelia Domenica 18 Novembre 2018, santa Messa ore 8:30, trentatreesima domenica del tempo ordinario, anno B

Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà... Amen!

Quando Gesù tornerà nella gloria , ci sarà la vera risurrezione della carne. Crediamo davvero e realmente a questo mistero, che ogni domenica professiamo nel credo? Considerazioni, al riguardo, sulla cremazione e la sua assoluta inopportunità. Omelia Sabato 17 Novembre 2018, XXX Domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

L'eucaristia: il più grande miracolo di Gesù

Il miracolo eucaristico di Lanciano è il più antico ed eloquente miracolo eucaristico, che attesta come il pane si trasforma nella sostanza del Cuore di Gesù e che esso, nell'eucaristia è vivo. Come i miracoli eucaristici confermano la fede divina e cattolica circa la reale presenza di Gesù nell'eucaristia. Conseguenze di una retta e corretta fede nel mistero dell'eucaristia. Omelia tenuta al santuario del miracolo eucaristico di Lanciano, Domenica 11 Novembre 2018

Il Volto Santo di Gesù: specchio del suo amore, specchio di noi stessi

Il Volto Santo e sofferente di Gesù è lo specchio più grande del suo infinito amore per noi, che dopo aver assunto sguardo e volto di uomo, ha anche lasciato che il nostro male e peccato lo sfigurasse, perché l'immagine divina fosse ricostruita in noi. Ma è anche specchio per ogni uomo, che nel volto sfigurato di Gesù può vedere come il peccato riduce la propria anima e la propria vita. Omelia tenuta al santuario del Volto Santo di Manoppello, Sabato 10 Novembre 2018, pellegrinaggio parrocchiale

Le piaghe sanguinanti del cuore dell'uomo

"Amerai il prossimo come te stesso". Solo chi ha imparato ad amare santamente se stesso può adempiere il secondo comandamento. Dietro comportamenti distruttivi e aggressivi ci sono sempre immense ferite che solo l'amore gratuito di Dio può curare. Mai trattare gli altri come non vorremmo essere trattati noi. Omelia Domenica 4 Novembre 2018, santa Messa ore 10:30, trentunesima domenica del tempo ordinario, anno B

Qual è il mio Dio?

"Il Signore Dio nostro è l'unico Signore". Occorre anzitutto ricordare che un vero ateo non esiste, ma che dentro il cuore dell'uomo c'è sempre qualche "divinità" che altro non è che ciò per cui vive. Solo quando Dio prende nel cuore dell'uomo il posto che gli è dovuto (il primo), lo si può amare con tutto il cuore, con tutta l'intelligenza e con tutte le forze. Omelia Domenica 4 Novembre 2018, santa Messa ore 8:30, trentunesima domenica del tempo ordinario, anno B

Anzitutto conoscere Dio...

Il primo comandamento è anzitutto un'esortazione all'ascolto: "Ascolta Israele". Questo perché se non si conosce chi è Dio, non è possibile amarlo. Il primo impegno di ogni uomo deve essere quello di dedicare tempo, risorse ed energie alla conoscenza di Colui che è sommamente amabile e che solo quando è adeguatamente conosciuto è anche sommamente amato. Omelia Sabato 3 Novembre 2018, trentunesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

Non c'è santità senza preghiera

La preghiera è la base imprescindibile di ogni autentico percorso di santità. L'esortazione alla santità "Gaudete et exsultate" di Papa Francesco. La parte dedicata all'approfondimento del valore essenziale di una vera preghiera e dell'importanza imprescindibile del silenzio in un cammino che voglia sinceramente tendere alla santità. Omelia Giovedì 1 Novembre 2018, solennità di Ognissanti, santa Messa festiva

Santi e... contro il diavolo

La santità è la vocazione fondamentale di ogni cristiano, a qualunque stato di vita appartenga. L'esortazione alla santità "Gaudete et exsultate" di Papa Francesco. La santità come necessario combattimento contro lo spirito del male, che ama nascondersi. Halloween è un esempio di come, purtroppo, riesca a farlo tra l'indifferenza o la sufficienza di molti. Omelia Mercoledì 31 Ottobre 2018, solennità di Ognissanti, santa Messa prefestiva

Non c'è più rispetto...

Tra le cose di cui oggi non ci si accorge più c'è indubbiamente l'enorme mancanza di rispetto verso tutti. Anche verso i sacerdoti e i genitori. Non esiste vita cristiana senza una profonda interiorizzazione dell'onore dovuto alle persone costituite in autorità e del rispetto dovuto a tutti. Grave è agire in modo non conforme a tali sacrosanti principi. Omelia Domenica 28 Ottobre 2018, santa Messa ore 10:30, trentesima domenica del tempo ordinario, anno B

La brutta piaga dell'ignoranza

La guarigione del cieco simboleggia la piaga dell'ignoranza, una delle quattro lasciate dal peccato originale. L'uomo ignora chi è Dio veramente e non ha una corretta conoscenza di Lui; ignora chi è lui stesso, non conoscendosi adeguatamente; ignora il cuore del prossimo, la comprensione dei grandi perché e di molte vicende del mondo. Solo Gesù porta luce in mezzo a tanta ombra, quando trova chi lo accolga con fede e amore. Omelia Domenica 28 Ottobre 2018, santa Messa ore 8:30, trentesima domenica del tempo ordinario, anno B

Un autentico itinerario di conversione

La guarigione del cieco Bartimeo: dalle notizie ricevute da altri su Gesù alla sua sequela. Passando per il grido rivolto a Gesù e l’esperienza personale del suo amore e la sua misericordia. Il rapporto con Gesù parte dalla mediazione ma deve diventare personale e intimo nella preghiera. Omelia Sabato 27 Ottobre 2018, trentesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

Farsi schiavi di tutti come Gesù

Gesù insegna che chi vuole essere il primo deve farsi schiavo di tutti. Cosa significa veramente questa espressione di Gesù? Attualizzazione ed esempi molto concreti riguardanti il nostro modo di trattare il prossimo e di rapportarci con lui. Omelia Domenica 21 ottobre 2018, ventinovesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 10:30

Immolare la vita per gli altri

Gesù è il servo del Signore, che è venuto a dare la vita in riscatto per gli altri. A Dio Padre è piaciuto prostrarlo con dolori, che Egli volentieri ha offerto e accolto per addossarsi le colpe di altri. Noi abbiamo da imparare dal suo stile: mai chiedere a Dio il perché delle sofferenze e imparare, almeno, ad addossarci sinceramente le nostre proprie colpe, senza giustificarci o dare sempre la colpa ad altri. Omelia Sabato 20 Ottobre 2018, ventinovesima Domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

Imparare a vivere al cospetto di Dio

La parola di Dio è più efficace e tagliente di una spada a doppio taglio, ci scava dentro, ci mette nella verità di noi stessi e ci svela i pensieri più profondi, i desideri nascosti e le intenzioni recondite. Imparare a vivere davanti a Dio e a prendere le decisioni in coscienza sempre davanti a Lui, sapendo che a Lui dovremo rendere conto al termine della vita terrena. Omelia Domenica 14 ottobre 2018, ventottesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 10:30

Lo sguardo di Maria

Conoscere e amare Gesù è la cosa più importante e nulla è impossibile a Dio. Di queste cose la Madonna è la prima e più insigne testimone. Il miracolo compiuto a Sermoneta il 22 Luglio 1796 e la ricorrenza della Madonna della Vittoria. Imparare a vivere sotto lo sguardo di Maria e a guardare a Maria, con la confidenza filiale e la preghiera, soprattutto il santo Rosario. Omelia Sabato 13 Ottobre 2018, ventottesima Domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

Due in una sola carne

L'insegnamento di Gesù sull'indissolubilità del matrimonio. Sua origine nel libro della Genesi e nel progetto originario di Dio sulla coppia Adamo ed Eva. Quali mirabili effetti produce il sacramento del matrimonio. Omelia Domenica 7 ottobre 2018, ventisettesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 10:30

Guai a chi scandalizza

Gesù stigmatizza con estrema chiarezza e perentoria severità chiunque osi dare scandalo ai piccoli. Guai amarissimi per chi scandalizza il prossimo con leggerezza e disinvoltura. L'invito di Papa Francesco a tutti i fedeli di recitare il Rosario, la preghiera a san Michele Arcangelo e il "sub tuum praesidium" perché la Madonna protegga la Chiesa dalle insidie del diavolo, la liberi dagli scandali e la mantenga nell'unità. Omelia Domenica 30 Settembre 2018, ventiseiesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 10:30

Guai ai ricchi avidi e disonesti

Gesù promette ricompensa a chi condivide i propri beni con i piccoli, fosse anche un solo bicchiere d'acqua. L'apostolo Giacomo, invece, apostrofa severamente i ricchi che accumulano tesori solo per se stessi, spesso a danno della povera gente di cui defraudano il salario, peccato - questo - che grida vendetta al cospetto di Dio. Ottobre mese del Rosario. L'invito a tutti i fedeli da parte di Papa Francesco. Omelia Domenica 30 Settembre 2018, ventiseiesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 8:30

Cuore aperto

L'episodio evangelico di colui che scacciava i demoni senza appartenere alla cerchia dei discepoli e dei profeti che, al tempo di Mosé, profetizzavano senza essere dei "70 anziani". I significati di questi episodi. Il discepolo di Gesù ha il cuore aperto alle novità inedite di Dio e all'accoglienza del bene proveniente dai fratelli, chiunque essi siano. Omelia Sabato 29 Settembre 2018, ventiseiesima Domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

Cristiani?... Solo se amici della Croce...

Gesù annuncia per la seconda volta la sua Passione e morte di Croce. Un discorso che i discepoli non comprendevano e non volevano approfondire. La croce proveniente dal giusto dalle persecuzioni degli empi. Occorre abbracciarla con coraggio e generosità. Omelia Domenica 23 Settembre 2018, venticinquesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 8:30

La Sapienza che viene dall'Alto

Gesù rimprovera i discepoli e pone come esempio un bambino, simbolo di colui che davanti a Dio si trova come una "tabula rasa", pronto a farsi completamente educare e plasmare dalla Sua Volontà. La Sapienza che viene dall'Alto, pura, mite, pacifica, arrendevole e piena di misericordia può essere accolta solo da chi ha cuore di bambino. Omelia Sabato 22 Settembre 2018, XXV Domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

Mettersi in discussione

Per seguire Gesù occorre anzitutto "rinnegare se stessi", cioè dire a se stessi "non ti conosco più" e "non voglio conoscerti più". Chi non impara a mettersi continuamente in discussione dinanzi alle esigenze del Vangelo, non può essere discepolo di Gesù perchè non segue Lui, ma solo una sua falsa immagine (conforme ai propri modi di pensare). Omelia Domenica 16 Settembre 2018, ventiquattresima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 10:30

Pensare secondo Dio

Dopo aver riconosciuto Gesù come Messia, Pietro si permette di rimproverare Gesù per aver annunciato la sua prossima Passione e Morte. Gesù lo chiama "satana" perché interprete del "pensare secondo gli uomini" e non "secondo Dio". Qual è il nostro modo di pensare?... Omelia Domenica 16 Settembre 2018, ventiquattresima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 8:30

Chi è Gesù per me?...

Gesù chiede ai discepoli due cose: chi è Lui secondo la gente e chi Lui è per ciascuno di loro. L'importanza di farsi queste due domande: chi è Gesù per le persone a me vicine, con cui vivo tutti i giorni e chi è veramente Gesù per me. Con sincerità e coraggio e senza veli o ipocrisie. Omelia Sabato 15 Settembre 2018, XXIV Domenica del tempo ordinario, Santa Messa prefestiva

Sordi o smarriti di cuore?

Mentre il sordo è colui che è chiuso alla Parola di Dio e non accoglie le sue sollecitazioni, lo smarrito di cuore è colui che, pur trovandosi confuso e in difficoltà, è aperto e flessibile, disposto a mettersi in discussione e lasciarsi lavorare dalla Parola. Alcuni esempi concreti. Omelia Domenica 9 Settembre 2018, ventitreesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 10:30

Il diavolo entra per la tasca

Il rapporto con il denaro deve essere oggetto di attento esame di coscienza. Dio ci dona i beni per condividerli con chi è privo del necessario. Attenzione agli sprechi e al santo uso del denaro, ricordando che il diavolo, spesso, entra attraverso la tasca. Omelia Domenica 9 Settembre 2018, ventitreesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 8:30

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire

La guarigione del sordomuto rimanda alle parole battesimale del rito dell'Effatà. Il sordo è colui che non vuole ascoltare la Parola di Dio; il muto chi non è capace di professare la propria fede o per tiepidezza, o per vergogna o per mancanza di una fede ben formata. Omelia Sabato 8 Settembre 2018, Santa Messa prefestiva della XXIII Domenica del tempo ordinario, anno B

Il coraggio di entrare dentro il proprio cuore

Il coraggio di entrare dentro il proprio cuore per vedere bene cosa c'è. Gesù invita a non fermarsi all'esteriore né tanto meno alla considerazione dell'umano e del giudizio degli uomini, ma ad entrare bene nel nostro cuore per vedere ciò che realmente muove il nostro agire e può, quando fosse difforme dai Voleri Vivini, ingenerare tribolazioni e sofferenze. Omelia Domenica 2 Settembre 2018, ventiduesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 10:30

Non togliere né aggiungere nulla alla Legge di Dio

Mosè spiega, da parte di Dio, come osservare tutti i comandamenti di Dio serve per gustare la felicità e la gioia fin da questa vita. Ad essi non va aggiunto né tolto nulla. Omelia Domenica 2 Settembre 2018, ventiduesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 8:30

Gli uomini cambiano... Dio no!

In Dio non c'è ombra alcuna di mutamento. Tutto ciò che Dio è e ciò che Dio insegna e comanda non possono mai cambiare. L'uomo deve imparare ad accogliere con umiltà la Parola di Dio e a metterla fedelmente in pratica, per il suo bene. Omelia Sabato 1 Settembre 2018, Santa Messa prefestiva della XXII Domenica del tempo ordinario, anno B

Parole dure o parole di vita eterna?

Al termine del discorso sul pane vivo alcuni accusano Gesù di dire parole troppo dure e lo abbandonano. Pietro, al contrario, le definisce "parole di vita eterna". Cosa pensiamo noi delle verità meno "alla mano" e più "anacranostiche" che la Chiesa insegna? L'esempio della solare dottrina sulla famiglia, la sua bellezza e la sua unicità. Omelia Domenica 25 Agosto 2018, ventunesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 10:30

Scegliere da che parte stare

Al popolo di Israele, al termine dei lunghi quarant'anni di cammino nel deserto, dopo aver visto le opere di Dio e sperimentata la propria miseria, fu chiesto di scegliere se servire o no il Signore. Anche i discepoli di Gesù, dopo il discorso sul pane del cielo, si divisero: alcuni rimasero, altri lasciarono. La vita cristiana esige delle chiare scelte di campo, che devono essere prese con coscienza e responsabilità. Omelia Domenica 25 Agosto 2018, ventunesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 8:30

Ci sono alcuni che non credono

Al termine del discorso della sinagoga di Cafarnao molti esclamarono: "questo linguaggio è duro". E Gesù rispose: "alcuni non credono". Quando incontriamo difficoltà nell'accettare qualche verità di fede o di morale, dobbiamo sempre chiederci: ma ci credo veramente? Perché dietro ogni riluttanza o resistenza c'è sempre una carenza di fede. Omelia Sabato 25 Agosto 2018, XXI Domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

Fare bene la santa comunione

Gesù dice che nutrirsi della sua carne e del suo sangue è condizione necessaria per avere la "vita" e che chi di Lui si nutre per Lui vive. Come mai molti cristiani, che pur ricevono l'eucaristia, non vivono di Gesù e per Gesù? Perché non fanno bene le loro comunioni. Ecco perché. Omelia Domenica 18 Agosto 2018, ventesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 10:30

Usare bene l'intelligenza che Dio ci ha donato

La Sapienza invita le anime a partecipare al pane e al vino del banchetto da Lei preparato, per fuggire l'inesperienza. Esorta a fare buon uso dell'intelligenza. L'intelligenza è dono prezioso che va ben usato, per fare e farsi le giuste domande e trovare le giuste risposte. Dio chiederà conto dell'uso che ne abbiamo fatto. Omelia Domenica 18 Agosto 2018, ventesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 8:30

Fate attenzione al vostro modo di vivere

L'esortazione stupenda dell'apostolo Paolo a fare attenzione al proprio modo di vivere, vigilando soprattutto sull'uso che facciamo del tempo. Quanto tempo siamo capaci di dedicare, con gioia e amore, a Dio, per il bene vero e la salvezza della nostra anima? Omelia Sabato 18 Agosto 2018, ventesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

Giudizi e pregiudizi

I pregiudizi dei contemporanei di Gesù sono purtroppo quelli di molti nostri contemporanei. I pregiudizi su Dio, quelli sul prossimo e quello più grande: l'attaccamento ostinato alle proprie idee. I pregiudizi distruggono e allontanano da Dio. Il discepolo di Gesù è aperto e flessibile, si lascia ammaestrare da Dio, mettere in discussione e sa dire con sincerità la grande frase: "ho sbagliato!". Omelia Domenica 12 Agosto 2018, diciannovesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 10:30

I "cattolici atei"

La vita di un vero cristiano pieno della vita di Gesù eucaristia: mai aspro né collerico, né sdegnato, né malevolo, né maldicente. Solo amore, dolcezza e bontà verso tutti. Omelia Domenica 12 Agosto 2018, XIX Domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa ore 8:30

La dolcezza e la forza di Gesù eucaristico

Elia e il pane cotto su pietre roventi che gli permise di camminare per 40 giorni e 40 notti. Spiegazione della simbologia. Gesù eucaristico comunica e trasmette forza immensa e soavissima dolcezza a chi impara a intrattenersi con Lui, donandogli tempo e amore. Omelia Sabato 11 Agosto 2018, diciannovesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

La vita dell'anima immortale

La vita dell'anima ha delle modalità non molto differenziate da quelle del corpo. Ha un momento in cui viene concepita (quando Dio la pensa), un momento in cui nasce (quando Dio la crea) e delle leggi di crescita. Ha bisogno di essere alimentata con i sacramenti (soprattutto l'eucaristia) e la preghiera. Ma a differenza del corpo è immortale. La nostra anima godrà tanta maggiore gloria in Paradiso quanta maggiore è la cura che ne abbiamo avuto in terra. Omelia Domenica 5 Agosto 2018, diciottesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 10:30

Quando e per chi la Santa Comunione è obbligatoria?

La Comunione sacramentale è obbligatoria in questi casi: per il sacerdote che celebra la Messa (solo per lui) sempre, per i fedeli a Pasqua e nel viatico. Queste norme della Chiesa servono a far capire al fedele che senza un contatto almeno minimo con l'eucaristia metterebbe a repentaglio la salvezza della propria anima. Evidentemente la Chiesa auspica e desidera che tutti abbiano un contatto assai più frequente con l'eucaristia, purché si trovino nelle dovute disposizioni (stato di grazia in particolare) per poterla ricevere. Omelia Domenica 5 Agosto 2018, diciottesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva ore 8:30

Il pane del cielo e il pane della terra

Gesù parla del pane vivo disceso dal cielo, ossia della sua carne che sarebbe diventata cibo dell'anima. L'eucaristia è per l'anima ciò che il cibo è per il corpo. Omelia Sabato 4 Agosto 2018, diciottesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

L'intelligenza e la sapienza infinite di Dio

La spina della carne mandata a san Paolo fu quasi certamente una tentazione impura. Doveva servire a mantenerlo nell'umiltà e ricordare che senza Dio nulla è e nulla può. Il ritenersi autosufficienti è la causa dell'indifferenza verso Dio. Dio non si dona e non si manifesta se non a chi gli apre le porte del cuore, lo accoglie e gli è grato. Omelia Domenica 8 Luglio 2018, quattordicesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva

Guai a chi si ritiene autosufficiente

La spina della carne mandata a san Paolo fu quasi certamente una tentazione impura. Doveva servire a mantenerlo nell'umiltà e ricordare che senza Dio nulla è e nulla può. Il ritenersi autosufficienti è la causa dell'indifferenza verso Dio. Dio non si dona e non si manifesta se non a chi gli apre le porte del cuore, lo accoglie e gli è grato. Omelia Domenica 8 Luglio 2018, quattordicesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva

I cuori chiusi ai messaggeri di Dio

Il profeta Ezechiele fu mandato a predicare a cuori ostinati e ribelli. Gesù incontrò diffidenze, pregiudizi e chiusure dai suoi concittadini. Le chiusure ai messaggeri di Dio comportano impossibilità di ricevere le grandi grazie e i doni che Dio vorrebbe farci, paralizzandone l'operatività. Omelia Sabato 7 Luglio 2018, quattordicesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

Solo Gesù ci libera da ogni male

Gesù guarisce l'emorroissa e risuscita la figlia di Giairo. Solo Lui può salvarci e liberarci da ogni male, ma lo fa in proporzione alla fede che trova. Chi di Lui non si fida, nulla riceve. Gli italiani - disgraziatamente - in base alle statistiche preferiscono rivolgersi a maghi o psicologi piuttosto che a Gesù. Omelia Domenica 1 Luglio 2018, tredicesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva, ore 10:30

La povertà evangelica. Uno stile obbligato

Cristo da ricco che era si fece povero. I suoi discepoli imitano fedelmente la sua povertà, imparando a condividere con i poveri i propri beni e il proprio denaro e avendo uno stile di vita attento all'uso corretto dei beni e alieno da ogni anche minima forma di spreco. Omelia Domenica 1 Luglio 2018, tredicesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva, ore 8:30

Perché esiste la morte?...

La domanda sulla morte è una domanda assolutamente fondamentale da porsi. Perché c'è la morte? Cosa c'è dopo la morte? Cosa dice la Rivelazione sulla morte, la sua origine, il pensiero di Dio su di essa, la risposta di Cristo alla morte? Riflessione sul testo del libro della Sapienza: "Dio non ha creato la morte". Omelia Sabato 30 Giugno 2018, tredicesima domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

Portare le anime a Gesù e Gesù alle anime

La funzione basilare di san Giovanni Battista nella storia della salvezza giustifica la celebrazione solenne della sua nascita sulla terra. San Giovanni Battista doveva preparare le anime ad accogliere Gesù e presentare Gesù alle anime come unico salvatore. La sua funzione prosegue sulla Chiesa. Attenzione ad alcune anomalie (gravi) nel nostro rapporto con i "nostri" san Giovanni Battista. Omelia Domenica 24 Giugno 2018, solennità della natività di san Giovanni Battista

Dio fa sorgere cose grandi da cose molto piccole

La parabola del granello di senapa. Dio fa nascere cose molto grandi da realtà e premesse anche molto piccole o addirittura insignificanti. La cosa fondamentale è accogliere la sua parola e camminare sempre con grande pazienza, costanza e lungimiranza. La Madonna ha spiegato questa legge del regno di Dio nel Magnificat. Omelia Domenica 17 Giugno 2018, undicesima Domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva

Aprirsi alla Parola di Gesù

La parabola del seme che cresce qualcosa e la sua esegesi. Il seme è la parola di Gesù, il seminatore è Gesù, la terra il nostro cuore. Fondamentale è creare le condizioni perché la Parola possa essere accolta e entri e ci lavori dal di dentro. L'importanza di leggere il Vangelo e di attingere da tutto ciò che ci mette in contatto con la Parola di Gesù. Omelia Sabato 16 Giugno 2018, undicesima Domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

...Ma il diavolo... esiste?...

Il peccato originale e la caduta dell'uomo in potere di satana. La vittoria di Gesù contro il demonio e la sua liberazione operata in nostro favore. Chi, come la Madonna, fa la volontà di Dio e vive in Essa, distrugge il demonio e gli toglie ogni potere. Omelia Domenica 10 Giugno 2018, decima Domenica del tempo ordinario, anno B

Il Sacro Cuore di Gesù e i sacerdoti

Le rivelazioni di Gesù a santa Margherita Maria e il contenuto essenziale della devozione al Sacratissimo Cuore di Gesù. La giornata per la santificazione dei sacerdoti. Il dono sublime del sacerdozio. Doveri del sacerdote. Doveri del sacerdote verso i fedeli. Doveri dei fedeli verso i sacerdoti. Alcune cose da cui guardarsi. Omelia Venerdì 8 Giugno 2018, Solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù, santa Messa festiva delle 18:00

Adorare Gesù eucaristia con tutto il cuore!

Nell'eucaristia Gesù raggiunge il punto estremo di annichilimento e umiliazione che sia concepibile o immaginabile. Totalmente presente in una materia inerte e totalmente "consegnato" nelle mani di chi lo amministra e lo riceve, che può trattarlo come vuole. Adorazione suprema, rispetto e amore sommo dovuto a Gesù eucaristia. I gravissimi peccati di sacrilegio e irriverenza. Omelia Domenica 3 Giugno 2018, Solennità del Corpus Domini, santa Messa festiva delle 18:00

L'eucaristia è...tutto!

Nella Chiesa non esiste nulla di più bello, di più santo e di più sublime dell'eucaristia. E' semplicemente "il tutto" della vita cristiana e il tesoro in assoluto più prezioso. Il miracolo di Bolsena, le origini della festa del Corpus Domini e la sana dottrina cattolica sull'eucaristia. Omelia Domenica 3 Giugno 2018, Solennità del Corpus Domini, santa Messa festiva delle 10:30

Dio si rivela in quello che fa...

Dio si è rivelato nella storia della salvezza e attraverso le parole e i gesti di Gesù. Dall'economia (ciò che Dio ha fatto) si risale a ciò che Egli è. Il Dio Uno e Trino è rivelazione e mistero di amore. Solo chi vive nell'amore, dell'amore e per amare somiglia a Dio ed è suo figlio nel senso più profondo e forte del termine. Omelia Domenica 27 Maggio 2018, Solennità della Santissima Trinità, santa Messa festiva

L'azione dello Spirito Santo nella Chiesa e nelle anime

Lo Spirito Santo fa sì che la Chiesa sia santa per la dottrina, per i sacramenti e per le sue divine istituzioni. Lo Spirito Santo è anche il principio della santificazione delle singole anime, ma in esse opera tanto quanto le anime glielo consentono accogliendo e cooperando attivamente con la sua azione. Omelia Domenica 20 Maggio 2018, Solennità di Pentecoste, santa Messa festiva

Il regno della Divina Volontà, l'Eucaristia e la Chiesa

Gesù ascende al cielo come tappa finale della sua missione terrena. La sua missione terminerà e culminerà con il ritorno nella gloria, non senza aver prima instaurato il regno della Divina Volontà sulla terra. Rimane comunque con noi soprattutto attraverso l'eucaristia e la Chiesa. Omelia Domenica 13 Maggio 2018, Solennità dell'Ascensione, santa Messa festiva, Chiesa della Banderuola in Loreto

Dio è amore

Dio è amore nella sua stessa essenza e tutto ciò che fa, dentro o fuori di sé, è sempre mosso e motivato dall'amore e, in quanto tale, produttore di gioia piena e felicità. Solo chi ha conosciuto "Dio amore" può amare come Gesù ci amato, ossia mostrare l'autentico ed unico distintivo dei discepoli di Gesù Omelia Domenica 6 Maggio 2018, VI Domenica di Pasqua, santa Messa festiva

Ascolta il tuo cuore

Tutta la vita cristiana consiste nell'essere e rimanere "in" Gesù. L'eucaristia è il culmine di questa vita radicata e innestata in Lui, senza il Quale nulla di buono possiamo fare. Ma innanzitutto occorre imparare ad ascoltarlo quando ci parla: fuori di noi attraverso la sua parola e i suoi apostoli e dentro il nostro cuore, attraverso la voce della nostra coscienza. Omelia Domenica 29 Aprile 2018, V Domenica di Pasqua, santa Messa festiva

Essere pecorelle di Gesù

Essere "pecora" di Gesù vuol dire anzitutto riconoscere e accogliere il suo amore e impegnarsi a crescere sempre di più nella conoscenza e nell'amore di Lui per diventare umili, mansueti e miti come Lui e come l'immagine della pecorella esprime. Indispensabile intessere un rapporto personale con Gesù dentro il recinto della mediazione della Chiesa. Omelia Domenica 22 Aprile 2018, IV Domenica di Pasqua, santa Messa festiva

Dare tutto se stesso

Gesù è il buon pastore in quanto dona la vita per le pecore. Dona cioè tutto se stesso, mostrando cosa significa amare. I pastori che lo rappresentano devono essere espressione credibile di questo amore, che peraltro può e deve essere vissuto da ogni suo discepolo. Omelia Sabato 21 Aprile 2018, IV Domenica di Pasqua, santa Messa prefestiva

Senza conoscenza di Gesù non c'è né fede né amore

Gesù risorto dà il segno definitivo della sua vera corporeità mangiando con gli apostoli. Poi spiega loro tutto quel che si riferiva a Lui nelle Scritture. L'ignoranza delle Scritture e del catechismo è ignoranza di Cristo. Senza una vera conoscenza non si può avere né una fede autentica né un amore profondo a Gesù. Omelia terza Domenica di Pasqua, Domenica 15 Aprile 2018, S. Messa festiva

La medicina e il cibo della nostra anima

La confessione è la medicina della nostra anima come le medicine lo sono per le malattie del corpo. L'eucaristia è il cibo della nostra anima come gli alimenti lo sono per il corpo. Il rapporto strettissimo tra i due sacramenti. Mai fare la comunione senza premettere una buona confessione. Omelia Domenica in albis 2018 (Domenica 8 Aprile), festa della Divina Misericordia, S. Messa festiva

Mio Signore e mio Dio

La professione di fede dell'apostolo Tommaso ci ricorda la necessità di ravvivare sempre la nostra fede nella vera risurrezione di nostro Signore Gesù Cristo nella sua vera carne. L'istituzione del sacramento della penitenza fu fatta da Gesù la sera stessa di Pasqua in termini inequivocabili. Tale sacramento è ordinariamente inevitabile per ottenere la divina misericordia. Omelia Domenica in albis 2018 (Sabato 7 Aprile), festa della Divina Misericordia, S. Messa prefestiva

La mia notte è finita

Chi è risorto con Cristo cerca "le cose di lassù" e pensa alle cose del cielo. Per Lui la terra è morta. La risurrezione terrena si ha con la fine di una vita governata dalla propria volontà e l'inizio di quella vissuta nella Divina Volontà, che pone fine ad ogni notte e ogni tristezza. Omelia Pasqua 2018 (Domenica 1 Aprile), Santa Messa ore 10:30

Una Pasqua di sincerità e verità

Togliere il lievito vecchio della malizia, della perversità e dell'ipocrisia e fare Pasqua negli azzimi della verità e della sincerità. L'importanza del non sentirti a posto e arrivati onde non vanificare la possibilità di incontrare Cristo risorto. Omelia Pasqua 2018 (Domenica 1 Aprile), Santa Messa ore 9:00

Opere di Dio e opere dell'uomo

Le mirabili e straordinarie opere di Dio celebrate nella santa Pasqua. Il contrasto tra la loro perfezione e il disastro delle opere compiute con volontà umana. Fare Pasqua è morire alla propria volontà per entrare nel mirabile mondo della volontà di Dio. Omelia Veglia pasquale 2018 (31 Marzo)

Contemplare le sofferenze di Gesù

Il quarto canto del servo del Signore descrive in maniera impressionante le sofferenze di Gesù nella sua Passione e Morte, il modo con cui le ha vissute, il "perché" e il "perchè" le ha patite. La Passione di Gesù fu atto dipendente dalla volontà di Dio per la nostra salvezza. Omelia Venerdì santo 2018 (30 Marzo), celebrazione della Passione del Signore

Entrare nel cuore di Gesù

Il Cuore di Gesù è un abisso di amore immenso e infinito. Tutto il suo amore è riversato e concentrato nel miracolo dell'eucaristia, testamento del suo amore. L'amore sublime di Gesù anche nei confronti di Giuda il traditore, il più abietto degli esseri mai esistito. Omelia Giovedì santo 2018 (29 Marzo), Santa Messa in Coena Domini

La Passione di Gesù e l'eucaristia

La Passione di Gesù e i riti della settimana santa. La Passione di Gesù viene celebrata ad ogni santa Messa. Il segno della comunione sotto le due specie come espressione più profonda della partecipazione al sacrificio in atto. Omelia Domenica 25 Marzo 2018, Domenica di Passione, anno B

Il più santo dei santi

San Giuseppe fu l'uomo dell'ascolto e del silenzio, il primo che gustò la bellezza dell'alleanza scritta nel cuore, sapendo ben discernere la voce di Dio. Fu l'uomo dell'obbedienza incondizionata a Dio. Fu l'amico della croce e il primo - dopo la Madonna - discepolo di Gesù. Omelia Domenica 18 Marzo 2018, quinta Domenica di Quaresima, anno B, S. Messa festiva e vigilia della solennità di san Giuseppe

Il dono inestimabile dell'eucaristia

L'eucaristia è dono inestimabile sgorgato dal cuore di Gesù. La presenza reale di Gesù nell'eucaristia e la santa Comunione. Come fare una santa comunione. L'attuale disciplina della Chiesa e alcuni suggerimenti per una buona, santa e devota comunione. Omelia Domenica 11 Marzo 2018, quarta Domenica di Quaresima, anno B, S. Messa festiva, Orvieto (pellegrinaggio parrocchiale)

Guardare dentro se stessi

Dio incessantemente cerca di mandare all'uomo la sua luce, perché conosca se stesso e veda il bisogno che ha di conversione. Lo fa direttamente (parlando alla coscienza) o attraverso i suoi mediatori. Ma l'uomo può preferire di rimanere nelle tenebre anziché accogliere la luce che lo salva. Omelia Sabato 10 Marzo 2018, quarta Domenica di Quaresima ("Laetare"), anno B, S. Messa prefestiva

La Legge del Signore è perfetta

Il decalogo è legge di vita, sapienza, santità e felicità. Dio dona la Sua Legge come atto di amore nei confronti dell'uomo, per il suo bene e la sua felicità. La grande difficoltà odierna di una legge dell'uomo che è sempre più lontana dalla legge di Dio e il dovere di curare la formazione della propria coscienza. Omelia Domenica 4 Marzo 2018, terza Domenica di Quaresima, anno B, S. Messa festiva

Il rispetto dovuto al luogo sacro

Il gesto forte della purificazione del tempio da parte di Gesù, compiuto da Lui in quanto Dio. La sacralità e il rispetto dovuto al luogo sacro. In Chiesa si parla con Dio o si parla di Dio (si prega o si predica). E basta. Alcuni esempi, anche recenti, di come si deve stare nel luogo sacro. Omelia Sabato 3 Marzo 2018, Terza Domenica di Quaresima, anno B, S. Messa prefestiva

La trasformazione della fede

La trasfigurazione di Gesù, il sacrificio di Isacco e la morte in croce di Gesù. La Quaresima ha lo scopo di portarci ad una piena trasformazione in santità della nostra anima, che rifulge quando la fede diviene capace di spostare le montagne e affidarsi e abbandonarsi totalmente a Dio e ai suoi voleri. Dio risparmiò Isacco, ma non suo Figlio, che consegnò alla morte per la nostra salvezza come prova suprema del suo amore. Omelia Domenica 25 Febbraio 2018, Seconda Domenica di Quaresima, anno B, S. Messa festiva

Deserto e tentazione

Gesù, nel deserto, volle essere tentato, combattere e vincere perché noi, in Lui e con Lui, potessimi essere buoni combattenti e vincitori dell'inevitabile combattimento spirituale contro il nemico della nostra salvezza. Omelia Domenica 18 Febbraio 2018, Prima Domenica di Quaresima, anno B, S. Messa festiva

Cambiare vita

L'episodio del diluvio universale ed il suo significato allegorico e parenetico. Il paragone che fa San Paolo tra diluvio universale e battesimo. Il sacramento della penitenza e la conversione. Omelia Sabato 17 Febbraio 2018, Prima Domenica di Quaresima, anno B, S. Messa prefestiva

Fare tutto per piacere a Gesù

San Paolo esorta i cristiani a fare ogni cosa, dalla più piccola alla più grande, solo per piacere a Gesù. Alcuni esempi concreti. Bisogna anche fare attenzione a non dare mai cattivo esempio, ma conservare anche nei confronti delle creature atteggiamenti e comportamenti ispirati a grande misericordia, benevolenza, prossimità e carità. Omelia Domenica 11 Febbraio 2018, sesta domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva

La terribile lebbra del peccato

La lebbra simboleggia nella letteratura spirituale il peccato mortale, che sfigura orribilmente l'anima, in particolare il peccato impuro e il peccato di eresia. Gesù nella passione divenne esteriormente simile ad un lebbroso perché portò sul suo corpo la lebbra del nostro peccato per guarire e risanare le nostre anime. Omelia Sabato 10 Febbraio 2018, sesta domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

L'origine di ogni male

L'unica origine di ogni male - fisico, psichico, morale e spirituale - di ogni squilibrio, disordine nei rapporti e caos nel creato è il peccato dell'uomo e degli angeli ribelli. Gesù è colui che con la predicazione svela l'origine di tale male e lo neutralizza con i sacramenti e la sconfitta dei mali di origine diabolica. Omelia Domenica 4 Febbraio 2018, quinta domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva

Stanare i demoni

Gesù predica nella sinagoga e fa infuriare i demoni, sui quali esercita il suo impero cacciandoli immediatamente. L'esistenza dei demoni. La loro azione straordinaria e la loro duplice azione ordinaria. La predicazione del Vangelo è il primo e più importante esorcismo. Omelia Domenica 28 Gennaio 2018, quarta domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa festiva

Il profeta. Chi è. Come lo si riconosce

Dio manda il profeta come suo luogotenente e rappresentante, incaricato di parlare in suo nome e di trasmettere i suoi voleri. Autorevolezza e autenticità del profeta. Guai a chi non lo accoglie. Santità della vita consacrata e della famiglia. Omelia Sabato 27 Gennaio 2018, quarta domenica del tempo ordinario, anno B, santa Messa prefestiva

Cambiare radicalmente vita

La prova di un'autentica conversione è il cambiamento radicale della vita, un netto taglio tra il "prima" dell'incontro con Dio e il "poi". La benedizione degli animali e dei pani di sant'Antonio: valore e importanza dei sacramentali. Omelia Domenica 21 Gennaio 2018, terza Domenica del tempo ordinario, anno B (e giornata di festeggiamento di Sant'Antonio), S. Messa festiva

La chiamata di Dio

Dio chiama alla sua sequela. Lo fa facendo sentire la sua voce nel cuore e attraverso i suoi mediatori. L'importanza dell'ascolto. Una vita dissoluta e, in particolare, lussuriosa rende totalmente insensibili alla voce di Dio e ai suoi richiami. Omelia Domenica 14 Gennaio 2018, seconda Domenica del tempo ordinario, anno B, S. Messa festiva

Il battesimo di Gesù e i suoi significati

I significati del Battesimo di Gesù: manifestazione della sua Divinità, inizio del suo cammino di penitenza per noi, santificazione delle acque del nostro Battesimo, sprone a camminare in spirito di conversione continua. La devozione alla Madonna garantisce la perfetta fedeltà alle promesse battesimali. Omelia Domenica 7 Gennaio 2018, Festa del battesimo del Signore, S. Messa festiva

I doni che Gesù fece ai Magi

I Magi portarono a Gesù oro, incenso e mirra. L'arcano e molteplice significato di questi simboli. I doni che Gesù fece ai Magi: scoprire l'amore di Dio, la Sua Bellezza e la Sua potenza. Gli effetti che questi doni produssero nel cuore e nella vita dei Magi. Omelia Sabato 6 Gennaio 2018, Solennità dell'Epifania, S. Messa festiva

Dominio di sé e vuoto nel cuore

I Magi seguirono la stella e trovarono Gesù perché avevano un grande dominio di sé e il cuore vuoto e aperto alla voce di Dio. La Divinità di Gesù si manifestò loro nello stesso momento in cui si prostrarono davanti a Lui. Omelia Venerdì 5 Gennaio 2018, Solennità dell'Epifania, S. Messa prefestiva

Gesù, il Principe della Pace

Gesù è il principe della pace. Cosa è la pace che Egli ha portato nel mondo. Il significato del gesto liturgico del segno di pace. La radice profonda della pace cristiana. Omelia Lunedì 1 Gennaio 2018, Solennità di Maria SS.ma Madre di Dio e giornata mondiale della pace, Santa Messa delle ore 11:00

La Divina Maria, Madre di Dio e Madre nostra

La Maternità Divina di Maria la costituì contestualmente vera Madre di ogni essere umano. Come il Verbo divenne Uomo per mezzo di Lei, così per mezzo di Lei l'uomo può diventare un vero figlio di Dio. Omelia Lunedì 1 Gennaio 2018, Solennità di Maria SS.ma Madre di Dio, Santa Messa delle ore 9:30