Libro di cielo, volume 15


Il quindicesimo volume degli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta
42. L’aspettazione d’un’Era nuova è segno che quest’Era è vicina. “Ma il segno più certo è che Io vado manifestando ciò che voglio fare, e che, rivolgendomi ad un’anima, come Mi rivolsi alla mia Mamma nello scendere dal Cielo in terra, le comunico la mia Volontà ed i beni, gli effetti che Essa contiene, per farne un dono a tutta l’umanità”

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 42, 14 Luglio 1923

41. Per quanto più grande è l’opera che Dio vuol fare, tanto più è necessario che sia unica e singolare la creatura che sceglie; e per custodire tutti i doni depositati in lei, Dio affida questa creatura ad un suo rappresentante, ad un suo sacerdote. La Paterna Bontà vuole aprire un’altra Era di Grazia

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 41, 11 Luglio 1923

40. Gesù presentato dai Giudei a Pilato. Dove c’è e qual’è il vero Regno: “Il mio Regno sono i mie dolori, il mio Sangue, le mie Virtù”

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 40, 5 Luglio 1923

39. Effetti della preghiera nel Divin Volere. Ogni Verità che Gesù manifesta è una nuova Creazione che Lui fa; piacere di Gesù. Dio è un Atto sempre nuovo

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 39, 1 Luglio 1923

38. Come Iddio nel creare l’uomo, gettò in lui il germe dell’Eterno Amore

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 38, 28 Giugno 1923

37. “C’è gran differenza tra chi prega, agisce perché la mia Volontà lo involge e di sua natura si trova dappertutto, e tra chi di sua volontà, avendo in sé conoscenza di ciò che fa, entra nell’ambiente divino della mia Volontà per operare e pregare”

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 37, 21 Giugno 1923

36. Prodigi, meraviglie, eccessi d’amore di Gesù nell’istituire il Santissimo Sacramento e nel comunicare Sé stesso

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 36, 18 Giugno 1923

35. In che consiste la vera carità

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 35, 15 Giugno 1923

34. Per vivere nel Divin Volere, la porta per entrare è l’Umanità di Gesù. Ufficio di vittima, e che significa esserne deposto

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 34, 10 Giugno 1923

33. Il segno se l’anima è tutta di Dio, è se non prova gusto di tutto ciò che esiste

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 33, 6 Giugno 1923

32. E’ sempre Iddio il primo ad operare nell’anima. “Come Iddio creò con le proprie mani tutta la felicità ed armonia nella creatura, così creò in Me tutti i dolori possibili, per rifarsi dell’ingratitudine umana e fare uscire dal mare dei miei dolori la felicità perduta, e l’accordo all’armonia sconvolta”

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 32, 29 Maggio 1923

31. La Divina Volontà legittima le anime per figli di Dio. “Tutta questa macchina dell’universo: il cielo, il sole, i mari, e tutto il resto, fu da Noi creato per fare un dono, ma sai a chi? A chi avrebbe fatto la nostra Volontà”. In ogni cosa creata Dio ha messo un amore distinto ed un bene speciale per i suoi figli

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 31, 25 Maggio 1923

30. La Volontà di Dio è pienezza, e chi in Essa vive deve accentrare tutto in lei

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 30, 23 Maggio 1923

29. “Quando trovo un’anima che non rifugge il patire e vuol farmi compagnia nelle mie pene ... questo Mi dà il delirio dell’amore e Mi fa giungere a fare pazzie ed a largheggiare tanto con quest’anima, da far stupire Cielo e terra”. Carnefici d’anime che ci sono nella Chiesa

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 29, 18 Maggio 1923

28. La sola Volontà Divina mette al sicuro tutte le grazie del Cielo. “Voglio vincolare in te [Luisa] la Creazione tutta, voglio metterti nel punto primo della creazione dell’uomo. E’ mio solito trattare a tu per tu con una sola creatura ciò che voglio darle e quello che voglio da lei, e poi da questa far derivare i beni agli altri”

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 28, 8 Maggio 1923

27. Quante volte l’anima entra nel Voler Divino, tante vie apre tra il Creatore e le creature, che servono per incontrarsi con Lui, ed in questo incontro lei copia le virtù del suo Creatore, assorbe in sé nuova Vita Divina, e tutto ciò che fa non è più umano, ma divino

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 27, 5 Maggio 1923

26. Quando il Fiat Voluntas Tua avrà il suo compimento come in Cielo così in terra, allora verrà il pieno compimento della seconda parte del Pater noster. “Se non opero il prodigio di far vivere un’anima nella mia Suprema Volontà, il Fiat Voluntas Tua come in Cielo sulla terra non avrà luogo nelle umane generazioni”

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 26, 2 Maggio 1923

25. Luisa deve calpestare il capo infernale. Il vivere nel Divin Volere è il trionfo completo del Creatore sulla creatura. Lo scopo principale della venuta di Gesù sulla terra fu che la Volontà Divina trionfasse sull’umana

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 25, 28 Aprile 1923

24. La Volontà di Dio è la via regia che conduce alla Santità della somiglianza del Creatore. Luisa col seguire da dove Adamo restò, Dio la costituì come capo di tutti e portatrice della felicità e beni che erano stati assegnati a tutti

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 24, 25 Aprile 1923

23. Il punto più nero della società presente

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 23, 21 Aprile 1923

22. Dio è solito fare le opere più grandi in anime vergini e sconosciute. Luisa deve rompere i veli delle debolezze e miserie della volontà umana, e fare di tutti gli atti umani come un solo atto, nella potenza del Volere Divino, per portarli ai piedi del Celeste Padre come baciati e suggellati dal suo stesso Volere, affinché Egli faccia scendere la sua Volontà sulla terra a regnare come in Cielo così in terra

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 22, 20 Aprile 1923

21. Come Iddio nel far le opere che devono servire al bene generale, accentra in una creatura della umana famiglia tutto il bene che vuol dare

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 21, 14 Aprile 1923

20. Iddio è il Primo Moto di tutta la Creazione, e chi opera nel Divin Volere opera nel Primo Moto

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 20, 9 Aprile 1923

19. La Divina Volontà è germe di risurrezione alla Grazia, alla Santità ed alla Gloria. Nella Divina Volontà c’è il vuoto dell’operato umano nel divino e questo vuoto deve essere riempito da chi vive nel Divino Volere. La conoscenza è gli occhi dell’anima

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 19, 2 Aprile 1923

18. Dolori della Vita Sacramentale di Gesù e le grazie con cui ci previene per riceverlo

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 18, 27 Marzo 1923

17. Dolori della Celeste Mamma, e come il Fiat agì in essi

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 17, 23 Marzo 1923

16. Come si prende possesso dei beni che contiene il Divin Volere

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 16, 18 Marzo 1923

15. Privazione di Gesù. Effetto che essa produce, e come Gesù soffrì l’appartamento della Divinità

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 15, 12 Marzo 1923

14. Timore al fingimento. Chi deve salire più in alto di tutti, deve scendere nel più basso

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 14, 22 Febbraio 1923

13. La Croce che la Divina Volontà diede a Nostro Signore. Gesù per operare la Redenzione perfetta e completa, doveva farla nell’ambito dell’Eternità

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 13, 16 Febbraio 1923

12. Il bene che porta l’essere fedele ed attento

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 12, 13 Febbraio 1923

11. I due morenti

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 11, 3 Febbraio 1923

10. La Santissima Trinità riflessa nella terra. Gli atti triplici. Come era riserbato d’aprire le porte dell’Eterno Volere a Luisa

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 10, 24 Gennaio 1923

9. Secondo scompiglio generale

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 9, 16 Gennaio 1923

8. Gesù prega che la sua Volontà sia una con la volontà della ‘piccola figlia della Divina Volontà’. La Divina Volontà dev’essere come l’aria che si respira

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 8, 5 Gennaio 1923

7. Prodigi del Fiat Divino nel gran vuoto dell’anima

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 7, 2 Gennaio 1923

6. Privazione di Gesù e pene dell’anima

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 6, 21 Dicembre 1922

5. Sul Concepimento del Verbo Eterno

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 5, 16 Dicembre 1922

4. Sull’Immacolato Concepimento

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 4, 8 Dicembre 1922

3. Gesù mette nell’anima di Luisa tre colonne per appoggiarsi.

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 3, 2 Dicembre 1922

2. Gesù tutto operò e soffrì nella sua Volontà

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 2, 1 Dicembre 1922

1. La Divina Volontà è principio, mezzo e fine d’ogni virtù, e dev’essere corona di tutto e compimento della gloria di Dio da parte della creatura

Libro di Cielo, Volume 15, capitolo 1, 28 Novembre 1922

Libro di cielo volume 15, PDF

Il quindicesimo volume degli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta in formato PDF

Libro di cielo volume 15, libro digitale

Il quindicesimo volume degli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta in formato digitale (libro elettronico)