Libro di cielo, volume 23


Il ventitreesimo volume degli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta
43. Differenza tra Gesù e la Vergine. Come tutta la vita nascosta di Gesù in Nazareth fu il richiamo del Regno della Volontà Divina sulla terra. Come la volontà umana è la fonte del bene o del male

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 43, 11 Marzo 1928

42. Come Iddio creò l’uomo per tenerlo sulle sue ginocchia e fargli fare il ripetitore degli atti suoi. Come Gesù faceva vedere che metteva tutti i volumi, scritti sul suo Volere, tutti ordinati nel suo Cuore. Amore di Gesù per gli scritti ed il bene che faranno. Come chi si decide di vivere nel Fiat viene legata con catene di luce

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 42, 8 Marzo 1928

41. Come tutte le cose partono da un punto. Sublimità dello stato d’Adamo; perché Nostro Signore finora non ha manifestato il suo stato felice. Come chi possiede l’Unità possiede la sorgente del bene

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 41, 3 Marzo 1928

40. Come Iddio tiene nel Cielo la gerarchia degli Angeli con nove cori distinti, così terrà la gerarchia dei figli del suo Regno con altri nove cori. Condizione dei confessori defunti e come la memoria del Padre Di Francia non sarà spenta in quest’opera

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 40, 28 Febbraio 1928

39. Come il Volere Divino sta come centro di vita in mezzo alle creature. Come il palpito è il re della natura e il pensiero è il re dell’anima

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 39, 25 Febbraio 1928

38. Come chi deve racchiudere un bene per darlo alle creature, deve racchiudere in sé tutto quel bene. Ciò successe alla Vergine ed a Nostro Signore. Che significa Unità

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 38, 20 Febbraio 1928

37. Lamenti dell’anima. Come Gesù racchiuse dentro di Sé tutti gli atti respinti dalle creature, e formò il suo Regno. Come chi possiede il Fiat Divino possiede la forza bilocatrice e può dare a Dio, come suo, ciò ch’è di Dio

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 37, 12 Febbraio 1928

36. La Sovrana del Cielo, il riflettore di Gesù. Gradimenti di Gesù nel chiedere [l’anima,] il suo Fiat. Come Gesù raccolse tutti i beni e consumò tutti i mali, come accese il rogo dentro di Sé

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 36, 9 Febbraio 1928

35. Promessa nell’Eden del futuro Redentore. Promessa solenne nel Pater Noster del Regno della Volontà Divina. Come Iddio si sente ripetere la gioia della Creazione

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 35, 5 Febbraio 1928

34. Come [l’anima] deve supplire per chi non ha operato nell’Unità del Fiat Divino; come per chi non Lo possiede è un linguaggio a lei estraneo. Ragione perché finora non hanno parlato della Divina Volontà. Come chi non vive nell’Unità, riceve gli effetti dalla Volontà Divina, non la vita di Essa. Esempio del sole colla terra

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 34, 2 Febbraio 1928

33. Giro nella Volontà Divina. Assalto alla Maestà Divina. Attrattive della piccolezza, il segreto di essa. Come la volontà umana è nauseante; esempio

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 33, 31 Gennaio 1928

32. Valore immenso degli scritti sulla Divina Volontà. Come sono caratteri trasmessi dalla Patria Celeste. Come metteranno l’assedio all’uman volere. Desiderio del Cuore di Gesù. I suoi atti: esercito, che chiedono il Regno del Fiat

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 32, 29 Gennaio 1928

31. Come nella Redenzione sta rinchiuso il Regno del Fiat Divino. Come Iddio nell’operare sceglie una [creatura], dove deporre la sua opera

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 31, 27 Gennaio 1928

30. Insistenze nel chiedere il Regno del Fiat Divino, segno perché vuole Esso regnare. Martirio della privazione di Gesù. La volontà umana: la profanatrice della creatura

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 30, 22 Gennaio 1928

29. Come la Vergine sta isolata nella sua gloria e come aspetta il corteggio delle altre regine per avere il suo seguito. Come le opere di Dio si danno la mano tra loro. Come le manifestazioni sulla Divina Volontà saranno il Vangelo del Regno suo. Quistione degli scritti. Necessità dei primi sacerdoti del Regno del Fiat

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 29, 18 Gennaio 1928

28. Come Iddio accentrò tutto nell’uomo nel crearlo e come nella storia della Creazione ritorna all’assalto ed accentra in una di questa stirpe il primo atto della Creazione, per formare il Regno della sua Volontà

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 28, 13 Gennaio 1928

27. Come la Divina Volontà è immensa, e nell’uscire76 le creature alla luce le tiene in Sé come tante piccole abitazioni. Ingratitudine di chi non La fa regnare. Armonia tra Dio e l’uomo; come sempre doveva ricevere da Dio per dargli sempre

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 27, 6 Gennaio 1928

26. Come Gesù si fa vedere che semina nel campo dell’anima piccole luci. Cagione del silenzio di Gesù. Valore immenso delle manifestazioni sulla Divina Volontà. Caratteri divini ed umani. Vivere nell’Unità dell’Atto Solo della Divina Volontà

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 26, 30 Dicembre 1927

25. Come Gesù Bambino appena nato fissa il suo sguardo alla Mamma sua ed in chi doveva possedere la sua Volontà. Come Iddio nella Creazione metteva la sua Volontà come materia prima

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 25, 25 Dicembre 1927

24. Sacrifizi di scrivere. Come chi opera solo per Dio racchiude nel suo atto una vita divina. Come chi è eletta per una missione racchiude tutti i beni che devono ricevere gli altri. Come tutti i redenti girano intorno alla Mamma Celeste. La Creazione: specchio dell’uomo

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 24, 22 Dicembre 1927

23. Come la Vergine possedeva il Regno del Fiat Divino. Come si tuffarono le luci e potette concepire. Come Gesù, da dentro il velo della sua Umanità, come sole che sorge andava rintracciando tutte le creature. Come ogni manifestazione divina è un compromesso che fa Dio alle creature

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 23, 18 Dicembre 1927

22. Come la volontà umana formò il germe cattivo, la Volontà Divina regnante nella creatura formerà il germe buono e santo. Come Iddio nel dare un bene alla creatura, racchiude prima in una sola tutto il valore di quel bene e poi lo dà alle altre creature

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 22, 14 Dicembre 1927

21. Chi vive nel Voler Divino resta rigenerata in Esso, e come viene dotata dei beni suoi. La Vergine, piccola luce, e come diventò sole in virtù del Voler Divino

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 21, 8 Dicembre 1927

20. Stato dell’anima. Come nella Volontà Divina non entrano il dolore e le amarezze perché sono parti umani. Modo divino. Come la Volontà Divina tiene la sua vita in mezzo alle creature e come esse La inceppano. Come ogni atto fatto in Essa è una firma divina che corre; esempio

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 20, 6 Dicembre 1927

19. Fortezza della Mamma Celeste nelle privazioni di Gesù; fortezza che deve tenere la piccola figlia della sua Volontà. Potenza degli atti fatti nella Volontà Divina; come sono lo sbocco di Dio

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 19, 1 Dicembre 1927

18. Chi si fa dominare dalla Volontà Divina, in virtù di Essa riceve in sé la fecondità divina e può generare negli altri il bene che possiede. Ciò ch’è necessario per ottenere il Regno della Divina Volontà: primo, muovere Dio; secondo, possedere come vita la Divina Volontà

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 18, 27 Novembre 1927

17. Quando l’anima non dà il primato alla Divina Volontà, Essa58 sta pericolante e come soffogata in mezzo alle creature. Quando l’anima prega che venga il Regno della Divina Volontà, tutto il Cielo fa eco alla sua preghiera

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 17, 23 Novembre 1927

16. Come Iddio quando manifesta una nuova Verità alla creatura, è una nuova festa per Dio e per essa. Come l’anima si decide di fare il suo atto nel Voler Divino, così chiama il Fiat Divino a riflettere colla sua luce nel suo atto, il Quale54 tiene virtù di svuotarlo di tutto ciò che non è luce

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 16, 18 Novembre 1927

15. Come il Verbo stava nel centro della sua Umanità e come operava. Come c’è gran differenza tra il regnare della Volontà Divina e tra la santità dei santi ancorché ci fossero i miracoli. Ciò che il Fiat è per natura, vuol rendere le creature in virtù del suo atto continuo

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 15, 13 Novembre 1927

14. L’anima sola con Gesù e Gesù solo con lei, e come se la gode Lui solo. Ordine ed armonia della Creazione; come ogni cosa creata doveva subire l’azione di Adamo. Dio primo modello della Creazione, Adamo il secondo, il terzo chi deve far ritornare il Regno del Fiat Divino

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 14, 10 Novembre 1927

13. Chi vive nella Divina Volontà non scende dalla sua origine e gli è dovuto lo stato di regina; invece chi vive fuori di Essa vive nello stato di servo. Differenza che porta all’uno e all’altro il Regno della Redenzione. Atto primo, atto solo. Come in ogni Verità corre dentro una vita divina

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 13, 6 Novembre 1927

12. Differenza che passa tra chi vive nel Voler Divino ed opera e tra chi fa il bene nella notte dell’umana volontà

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 12, 2 Novembre 1927

11. Come l’Amor Divino rigurgitò nella Creazione. Liberalità e magnificenza nel creare la macchina dell’universo, specie nel creare il suo amato gioiello senza merito di nessuno. Decisione della Divina Volontà nel voler venire a regnare in mezzo alle creature. La sua aria balsamica, la sua bellezza incantevole e rapitrice. Ciò che faranno le sue conoscenze

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 11, 30 Ottobre 1927

10. La piccola bambina. Come la Volontà Divina è Regno di vita. Necessità delle sue conoscenze. Come Cielo e terra stanno riverenti ad ascoltare le conoscenze del Fiat Divino. Amore e tenerezza di Dio nel creare l’uomo

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 10, 23 Ottobre 1927

9. Come le potenze create non possono né abbracciare né esaurire la Potenza Increata, neppure [lo possono] la Vergine né la stessa Umanità di Nostro Signore. Come la Divina Volontà possiede l’atto incessante e sempre nuovo e tiene virtù di far sempre cose nuove. Esempio. Come aspetta il suo Regno per comunicare quest’atto nuovo come compimento della sua gloria

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 9, 20 Ottobre 1927

8. Come la Divina Volontà come acqua fa le sue inondazioni. Chi sono coloro che si fanno inondare. Che significa unità. Come la Regina del Cielo gettò le fondamenta del Regno della Divina Volontà

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 8, 16 Ottobre 1927

7. Come la Volontà Divina è molteplice nei suoi atti, mentre [l’atto] è uno. Come resta concepita in chi vive in Essa. Come per chi vive nella Divina Volontà non è esilio la terra, ma è esilio per chi non fa la Volontà di Dio

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 7, 10 Ottobre 1927

6. Come chi lavora nella Divina Volontà lavora nelle proprietà divine; come forma il sole. Come [la Divina Volontà] vuole trovare l’anima in tutte le cose create

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 6, 6 Ottobre 1927

5. Come Adamo fu il più santo prima di peccare. Pienezza e totalità di beni degli atti fatti nel Divin Volere; come si estendono a tutti. La pupilla dell’occhio investita dal sole. La Divina Volontà come materia si presta e nasconde il suo Creatore. Esempio dell’Ostia

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 5, 2 Ottobre 1927

4. Come nella Divina Volontà non ci possono essere imperfezioni, e si deve entrare in Essa nuda del tutto. Come il non fare la Divina Volontà distrugge la Vita divina in sé ed è un delitto che non merita pietà. Come solo Essa è riposo. Flagelli

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 4, 28 Settembre 1927

3. Chi vive nel Voler Divino non trova più vie per uscirne da Esso; e chi vive in Esso contiene tutti i germi della gloria che possiede la Creazione. Come Gesù chiama Luisa insieme [con Sé], al lavoro del Regno suo

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 3, 25 Settembre 1927

2. Come l’anima che vive nel Voler Divino mette in esercizio gli atti di Esso. Come la Verità è vita perenne e miracolo continuato

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 2, 21 Settembre 1927

1. Le pene sono come il ferro battuto dal martello che getta faville. Differenza fra la croce dell’Umanità di Nostro Signore e quella della Divina Volontà, e come [Essa] tiene il suo atto incessante

Libro di Cielo, Volume 23, capitolo 1, 17 Settembre 1927

Libro di cielo volume 23, PDF

Il ventitreesimo volume degli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta in formato PDF

Libro di cielo volume 23, libro digitale

Il ventitreesimo volume degli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta in formato digitale (libro elettronico)