Libro di cielo, volume 34


Il trentaquattresimo volume degli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta
45. Come la Creazione possiede la perfetta felicità, da poter dare la felicità terrestre alle creature. Come il peccato arrestò la felicità. Il gran male di chi si sposta dal principio. Esempio

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 45,

44. Come un atto nel Voler Divino può essere un vento impetuoso, un’aria, un’atmosfera celeste. Tre circoli. Dio se ama opera, se parla dona

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 44,

43. Come le riflessioni umane tolgono il posto alle divine e sono pietrucce che intorbidano la fonte dell’anima. Come la Divina Volontà converte in natura il suo amore, e ciò che fa in punto di morte lo anticipa a chi vive in Essa

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 43,

42. Come Dio vuol formare tante sue vite divine in ciascuna creatura. Come chi vive nel Voler Divino si fa portatrice di tutti e di tutto al suo Creatore

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 42,

41. Ciò che fa Dio alla creatura quando si entra nella sua Volontà. Come si decide di vivere nel Voler Divino, il suo nome è scritto in Cielo e resta confermata nel bene, nell’amore e santità divina e viene arruolata alla Milizia Celeste. Esempio

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 41,

40. Che si ottiene e che significa il sottoporsi alla Volontà Divina. Cambio d’abbandoni tra la Volontà Divina e l’anima; merito che si acquista. Sbocco d’amore. Come in ciascuna cosa creata c’è il deposito d’amore per noi

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 40,

39. Interesse che Dio tiene che la creatura vivesse nella sua Volontà; dote che darà. Sentinella di Gesù per supplire in ciò che si manca, e se occorre farà anche miracoli. Esempio d’un re

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 39,

38. La Regina Portatrice di Gesù, il gran dono che Le fu consegnato. Compito che ebbe dall’Ente Supremo

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 38,

37. Come la Divina Volontà è ordine e pace ed è [questo] il segno dov’Essa regna. Chi vive nel Voler Divino è sempre rinnovata nella santità, amore e freschezza divina e nel suo atto corre l’atto creante e crescente dei beni divini

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 37,

36. Le Verità: parto divino; ed è il più grande miracolo che Iddio possa fare, ed il gran bene che porta alle creature

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 36,

35. Come Dio si fa cibo della creatura; lo scambio, l’affiatarsi, il parlarsi d’ambo le parti formano le opere più belle. Come la Regina del Cielo continua l’ufficio di Madre e cresce suo Figlio nelle creature

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 35,

34. Come Gesù non sa che farne di un’anima che non possiede la pace. [A] chi vive nel Voler Divino Dio le fa dono di tutte le opere sue, ed anche della sua stessa Vita, per farle vedere quanto e come vuol essere amato

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 34,

33. Prodigio dell’atto operante della Divina Volontà nella creatura. Come chi la fa operare in essa101 è la sospirata, la benvenuta, la beniamina di tutta la Corte Celeste. Tutto ciò che si fa in Essa, acquista la virtù di produrre vita divina

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 33,

32. Incontri continui tra il Voler Divino e la creatura. Come chi vive in Esso ha formato il piccolo maricello del Fiat. Come corre sempre in ogni cosa per dare nuove grazie e nuovo amore

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 32,

31. Tutto ciò che si fa nel Voler Divino costituisce un diritto per tutti e tutti possono fare quel bene. Questi diritti furono dati da Adamo, dalla Regina del Cielo, da Nostro Signore, il Quale ci preparò la veste regale

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 31,

30. Come la creatura dà la sua volontà a Dio, così [Dio,] acquista i suoi diritti divini sopra di essa; come vengono formati tre muri di fortezza per non farla uscire da dentro il Fiat

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 30,

29. La Creazione, l’Umanità di Nostro Signore, sono i campi in cui svolge i suoi atti l’anima che vive nella Divina Volontà. Come essa forma l’Umanità di Nostro Signore ed il Paradiso a Gesù sulla terra

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 29,

28. Bisogno d’amore che sente il Fiat Divino d’essere riamato. Come chi vive in Esso le dà tanto amore, da farla amare in tutti i cuori ed in tutta la Creazione per essere contraccambiati dell’amore di tutti. Come l’anima senza del Fiat è come la terra senza acqua. Mali della turbazione

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 28,

27. La Divina Volontà fa dono di tutte le sue opere a chi vive in Essa. Il respiro di Dio nelle sue opere ed in tutte le opere sante delle creature. La Divina Volontà si fa supplitrice di ciò che manca alla creatura

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 27,

26. La Volontà Divina è vita e come vita forma la generazione della sua vita negli atti della creatura che vivrà in Essa e vi forma la lunga generazione dei figli del suo Fiat Divino

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 26,

25. La Creazione: primo mezzo di aiuto per formare la vita della Divina Volontà in noi; secondo: Dio direttamente; terzo: le circostanze della vita

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 25,

24. Che cosa è un atto in più che fa la creatura nella Divina Volontà: è l’armonia, la musica, è il travolgere Cieli e terra, è l’insediamento che essa forma in Dio e Dio in essa

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 24,

23. Il Regno del Voler Divino sarà il Regno della Regina del Cielo; i suoi desideri ardenti e preghiere incessanti; assalti d’amore che dà alla Divinità per ottenerlo. Come metterà la sua vita a disposizione delle creature, per darle la grazia di farle vivere di Volontà Divina

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 23,

22. La Divina Volontà, per chi vive in Essa, forma la ripetitrice della sua vita e del suo amore, e forma e distende in essa tutta la Creazione e tutto ciò che fece Gesù. Come le darà un nome nuovo chiamandola: Fiat mio

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 22,

21. Intreccio tra il Voler Divino e l’umano; tenerezza di Gesù per chi vive nel suo Voler, fino a sentirsi felice d’aver pianto e sofferto. Il rifugio delle opere di Dio

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 21,

20. Come ogni creatura tiene fin dal principio della sua esistenza un atto voluto e deciso di Volontà Divina, la Quale la crea, la cresce, la forma. Festa di Gesù in ogni atto di creatura che fa la sua Volontà

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 20,

19. La festa che preparò la Regina del Cielo al suo Figlio Gesù nel suo nascere. Come l’amore è calamita, trasforma ed abbellisce

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 19,

18. La Celeste Ereditiera; come chiama i suoi figli ad ereditare i suoi beni. Come giunge a dotare le anime col suo amore materno, per formare le altre mamme a Gesù

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 18,

17. La Madre Celeste e Divina, e la Madre umana47. Corsa veloce d’amore di Dio, nella quale fa generare da questa Madre, in virtù del Fiat, il suo Gesù in ciascuna creatura

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 17,

16. Il Fiat Divino fece concepire la Vergine in ciascuna creatura affinché tutti avessero una Madre tutta sua38. Dote che Iddio diede alla Vergine. Trionfi e vittorie di Dio, vittorie e trionfi della Vergine, nei quali vengono dotate tutte le creature

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 16,

15. Come la Regina del Cielo nel suo Concepimento concepì nei meriti, nella vita, nell’amore e pene del futuro Redentore, per poter poi concepire il Divino Verbo in Essa per venire a salvare le creature

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 15,

14. Riflessi tra il Creatore e la creatura. Inseparabilità d’entrambi. Come in ogni istante Dio chiede ad essa che ricevesse la vita della sua Volontà. Come [in] chi si decide di vivere di Essa, Dio copre tutto ciò che ha fatto colla sua Volontà Divina

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 14,

13. Il piccolo campicello assegnato alle creature nell’immensità della Divina Volontà. Gesù mette a disposizione delle creature la sua vita, basta che ottiene che vivano nel Voler Divino. Il gran prodigio della creazione della Vergine

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 13,

12. Come un atto di volontà umana può guastare l’ordine divino e le sue opere più belle. La prima cosa che Dio vuole è la libertà assoluta. Come la Divina Volontà formerà tanti Gesù dove Essa regna

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 12,

11. Dio e la sua Volontà; la sua Volontà con la Creazione; la sua Volontà con gli Esseri Celesti; la sua Volontà in disaccordo coll’umana famiglia

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 11,

10. Come la Divina Volontà racchiude tutti gli atti della vita di Gesù come in atto di ripeterli sempre per amore delle creature. La vita di Gesù simboleggia il richiamo del Regno della Divina Volontà sulla terra

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 10,

9. Differenza che passa tra chi chiama la Divina Volontà negli atti suoi e tra chi fa le opere buone senza di Essa. L’Ascensione; come [Gesù] partiva per il Cielo e restava sulla terra

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 9,

8. Sfoggio divino per chi vive nella sua Volontà [Divina]; come la rende partecipe delle opere sue; come tiene sempre da dare e da operare insieme colla creatura

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 8,

7. Prodigi dell’Incarnazione del Verbo Divino. Come i Cieli stupirono e gli Angeli ne restarono muti. Prodigi [di] quando la Divina Volontà opera nella creatura. La Trinità Divina chiamata in consiglio. Come Dio nel crearci mette una dose del suo amore nella creatura

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 7,

6. Chi vive nella Divina Volontà forma il teatro delle opere del suo Creatore e ripete in essa la scena commovente della Redenzione

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 6,

5. [Per] chi vive nel Voler Divino si forma la piccola vita della Divina Volontà nella creatura. Come viene amata di nuovo e [con] duplicato amore da Dio

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 5,

4. Il regio posto della creatura nell’unione dell’Unità Divina, come resta racchiusa in essa e come può formare le bellezze più rare e l’incanto al suo stesso Creatore

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 4,

3. Come il vero amore vuol farsi conoscere, si spande e corre e vola in cerca di chi ama, perché sente il bisogno d’essere riamato. Potenza dell’atto creante che si riceve quando si gira nella Creazione

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 3, 15 Dicembre 1935

2. Prodigi dell’Immacolato Concepimento. Comunicazione dei diritti divini. Come Dio non vuol fare nulla senza della sua Madre Celeste

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 2, 8 Dicembre 1935

1. Come la Divina Volontà dardeggia la creatura e vi forma la nobiltà divina, e facendo d’Attore rende inseparabile Dio e la creatura. Esempio: il sole

Libro di Cielo, Volume 34, capitolo 1, 2 Dicembre 1935

Libro di cielo Volume 34, PDF

Il trentaquattresimo volume degli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta in formato PDF

Libro di cielo Volume 34, libro digitale

Il trentaquattresimo volume degli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta in formato digitale (libro elettronico)