Libro di cielo, volume 6


Il sesto volume degli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta
147. Chi vive nell’ambiente della Volontà Divina sta a porto di tutte le ricchezze.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 147, 16 gennaio 1906

146. Gesù forma la sua immagine nella luce che esce dall’anima.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 146, 14 gennaio 1906

145. La preghiera è musica all’udito di Gesù, specialmente se è di un’anima uniformata alla sua Volontà.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 145, 6 gennaio 1906

144. Gesù volle essere crocifisso ed innalzato in croce per fare che le anime, a seconda che lo vogliano, Lo trovino.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 144, 15 dicembre 1905

143. La parola di Dio è parola feconda che germina virtù.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 143, 12 dicembre 1905

142. L’anima che si rassegna alla Divina Volontà giunge a fare di Dio il suo cibo prelibato.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 142, 8 novembre 1905

141. Gesù nelle sue pene, il suo scopo era principalmente compiacere in tutto e per tutti il Padre, e poi la redenzione delle anime.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 141, 6 novembre 1905

140. L’anima deve uniformarsi alla Divina Volontà; e l’anima che si comporta in questo modo, Gesù la fa vivere di Lui ed in Lui.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 140, 2 novembre 1905

139. Le miserie dell’umana natura servono per riordinare in essa l’ordine di tutte le virtù.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 139, 24 ottobre 1905

138. La Giustizia divina converte il fuoco del peccato in fuoco di castigo.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 138, 20 ottobre 1905

137. Il tutto sta nell’accrescere l’amore e starsi vicino a Gesù.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 137, 18 ottobre 1905

136. Quanto più l’anima si avvicina all’amore di Dio, più sperderà le virtù.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 136, 16 ottobre 1905

135. La conoscenza di se stessa vuota l’anima di se stessa e la riempie di Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 135, 12 ottobre 1905

134. Il segno che l’anima è perfettamente stretta ed unita con Gesù: se è riunita con tutti i prossimi.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 134, 10 ottobre 1905

133. Come si può partecipare ai dolori della Regina Mamma.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 133, 17 settembre 1905

132. La vera carità è fare il bene al prossimo perché è immagine di Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 132, 8 settembre 1905

131. Il male della disattenzione.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 131, 6 settembre 1905

130. In tutti i tempi Dio ha tenuto le anime dalle quali ha ricevuto, per quanto può una creatura, lo scopo della Creazione, Redenzione e Santificazione.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 130, 4 settembre 1905

129. Il Cuore di Gesù si lega coi cuori umani e questi prendono tutto dal Cuor di Lui, fino la sua stessa vita, se Gli corrispondono.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 129, 28 agosto 1905

128. Le vere virtù devono avere le radici nel Cuore di Gesù ed essere svolte nel cuor della creatura.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 128, 25 agosto 1905

127. Se l’anima fa tutto per Dio, rimane estinta nella fiamma dell’amore divino. Il pensare a se stesso non è mai virtù, ma sempre vizio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 127, 23 agosto 1905

126. Chi divide con Gesù il peso delle sue sofferenze, cioè il lavoro della sua Redenzione, viene a partecipare al guadagno del lavoro della Redenzione.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 126, 22 agosto 1905

125. La Grazia prende tante immagini intorno all’anima, quante sono le perfezioni e virtù divine.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 125, 20 agosto 1905

124. Tutta la gloria di un’anima è sentirsi dire che [di] tutto ciò che tiene niente è suo, ma tutto è di Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 124, 17 agosto 1905

123. Effetti della pace e della turbazione.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 123, 9 agosto 1905

122. Dio non guarda l’opera, ma l’intensità dell’amore nell’operare.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 122, 22 luglio 1905

121. Quando una cosa da Dio è voluta e lasciata da uno, Dio la trasmette ad un altro: gli dà tutto ciò che era destinato per quello.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 121, 20 luglio 1905

120. L’anima non deve aprire il suo interno agli altri, solo al confessore.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 120, 18 luglio 1905

119. L’Umanità di Gesù è musica alla Divinità.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 119, 5 luglio 1905

118. Dichiarazioni di Gesù sullo stato di Luisa.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 118, 3 luglio 1905

117. Chi sta unito con l’Umanità di Gesù si trova alla porta della sua Divinità.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 117, 23 giugno 1905

116. Le croci sono fonti battesimali.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 116, 5 giugno 1905

115. La pazienza è l’alimento della perseveranza.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 115, 2 giugno 1905

114. La vita d’amore di Gesù.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 114, 30 maggio 1905

113. Chi riposa in braccia dell’ubbidienza riceve tutti i colori divini.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 113, 29 maggio 1905

112. Quando l’anima è tutta di Gesù, Egli sente in Sé un mormorio continuo del suo essere.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 112, 26 maggio 1905

111. L’immagine di Gesù nell’anima.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 111, 25 maggio 1905

110. Per non sentire turbazione l’anima deve ben fondarsi in Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 110, 23 maggio 1905

109. Modo di soffrire.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 109, 20 maggio 1905

108. L’amore merita la preferenza su tutto.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 108, 18 maggio 1905

107. Il cammino della virtù è facile.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 107, 15 maggio 1905

106. Mezzo per non perdere l’amore di Gesù.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 106, 12 maggio 1905

105. Tutto ciò che deve fare la morte alla natura, può farlo anticipatamente l’anima unita alla grazia.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 105, 9 maggio 1905

104. Effetti della grazia.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 104, 5 maggio 1905

103. Tre sorti di risurrezione che contiene il patire.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 103, 2 maggio 1905

102. L’umanità in questi tempi si trova come un osso fuori del suo posto. Come conoscere se si sono dominate le passioni.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 102, 20 aprile 1905

101. Il patire è regnare.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 101, 16 aprile 1905

100. Come la perseveranza è suggello della vita eterna e sviluppo della vita divina.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 100, 11 aprile 1905

99. Effetti della turbazione. Incontro continuo di Gesù con l’anima.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 99, 28 marzo 1905

98. Gloria e compiacimento di Gesù.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 98, 23 marzo 1905

97. Il vero amore e le vere virtù debbono avere il loro principio in Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 97, 20 marzo 1905

96. Parla della croce.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 96, 5 marzo 1905

95. Gesù le dà la chiave della sua Volontà.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 95, 2 marzo 1905

94. Parla sull’umiltà.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 94, 24 febbraio 1905

93. Quali sono i contenti dell’anima.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 93, 10 febbraio 1905

92. Caratteristiche dei figli di Dio: amore alla croce, amore alla gloria di Dio ed amore alla gloria della Chiesa.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 92, 8 febbraio 1905

91. La croce è semenza di virtù.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 91, 28 gennaio 1905

90. Chi disonora l’ubbidienza, disonora Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 90, 21 gennaio 1905

89. La debolezza umana, [il più delle volte] è mancanza di vigilanza e d’attenzione di chi è capo.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 89, 29 dicembre 1904

88. Quanto più l’anima è vuota ed umile, tanto più la luce divina la riempie e le comunica le sue grazie e perfezioni.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 88, 22 dicembre 1904

87. Il principio della beatitudine eterna è il perdere ogni gusto proprio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 87, 6 dicembre 1904

86. È più facile combattere con Dio che con l’ubbidienza.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 86, 4 dicembre 1904

85. Due domande per conoscere se è Dio o il demonio che opera in Luisa.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 85, 3 dicembre 1904

84. La Divinità di Gesù nella sua Umanità scese nell’abisso più profondo di tutte le umiliazioni umane, e divinizzò e santificò tutti gli atti umani.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 84, 29 novembre 1904

83. Per dare e per ricevere ci vuole l’unione dei voleri.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 83, 24 novembre 1904

82. Il Cielo di Gesù sulla terra sono le anime che danno l’abitazione alla sua Divinità.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 82, 18 novembre 1904

81. Noi possiamo essere cibo per Gesù.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 81, 17 novembre 1904

80. La creatura non sarebbe mai stata degna dell’amor divino senza il libero arbitrio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 80, 13 novembre 1904

79. La catena delle grazie sta concatenata alle opere perseveranti. Tutti i mali stanno racchiusi nella non perseveranza.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 79, 29 ottobre 1904

78. Luisa resta senza il patire per dare un po’ di vuoto alla Giustizia e così possa castigare le genti.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 78, 27 ottobre 1904

77. Verbo significa manifestazione, comunicazione, unione divina all’umano.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 77, 25 ottobre 1904

76. Vede preti che si mordono tra loro.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 76, 20 ottobre 1904

75. Per trovare la Divinità si deve operare unito con l’Umanità di Cristo, con la sua stessa Volontà.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 75, 17 ottobre 1904

74. Reprimere se stesso vale più che acquistare un regno.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 74, 28 settembre 1904

73. Quello che più piace a Gesù è il sacrifizio volontario. Le doti naturali sono luce che serve all’uomo per stradarlo nella via del bene.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 73, 27 settembre 1904

72. Quasi tutte le pene che Gesù soffrì nella sua Passione furono triplici, perchéEgli volle concorrere nelle sue pene con il suo Intelletto, Memoria e Volontà, per riparare la somiglianza divina deturpata nell’uomo e rendere completa la gloria dovuta al Padre, la riparazione che Gli si doveva dalle creature ed il bene da meritare alle stesse creature.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 72, 26 settembre 1904

71. La vera donazione è tenere sacrificata continuamente la propria volontà; e questo è un martirio d’attenzione continua che l’anima fa a Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 71, 13 settembre 1904

70. Come l’anima esce dal fondo della pace, così esce dall’ambiente divino. La pace fa scorgere se l’anima cerca Dio per Iddio o per se stessa.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 70, 9 settembre 1904

69. Lo scoraggiamento uccide più anime che il resto degli altri vizi. Il coraggio fa rivivere ed è l’atto più lodevole che l’anima possa fare.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 69, 8 settembre 1904

68. L’attenzione di non commettere peccato supplisce al dolore del peccato.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 68, 7 settembre 1904

67. Solo Iddio contiene potere di entrare nei cuori e dominarli a seconda che Gli piace. Nuovo modo come devono comportarsi i sacerdoti.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 67, 2 settembre 1904

66. Castighi anche in Italia.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 66, 23 agosto 1904

65. La malinconia è all’anima come l’inverno alle piante. Il trionfo della Chiesa non è lontano.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 65, 15 agosto 1904

64. L’anima, quanto più i colpi della croce l’abbattono, tanta più luce acquista.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 64, 14 agosto 1904

63. L’uomo disperde la bellezza con cui Dio l’ha creato.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 63, 12 agosto 1904

62. Dio sa il numero, il valore, il peso di tutte le cose create.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 62, 10 agosto 1904

61. Agosto 9, 1904 Non sono le opere che costituiscono il merito dell’uomo, ma la sola ubbidienza, come parto della Volontà Divina.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 61, 9 agosto 1904

60. Cercare Gesù nell’interno di noi, non nell’esterno. Tutto dev’essere racchiuso in una parola: amore. Chi ama Gesù è un altro Gesù.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 60, 8 agosto 1904

59. I primi a perseguitare la Chiesa saranno i religiosi.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 59, 7 agosto 1904

58. La privazione è pena di fuoco che accende, consuma, annienta, e il suo scopo è distruggere la vita umana.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 58, 6 agosto 1904

57. Gesù è reggitore dei re e Signore dei dominanti.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 57, 5 agosto 1904

56. La gloria dei Beati in Cielo sarà a seconda dei modi come si sono comportati con Dio sulla terra. Dallo stesso modo che Dio è per l’anima, si può vedere come l’anima è per Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 56, 4 agosto 1904

55. La volontà umana falsifica e profana anche le opere più sante.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 55, 31 luglio 1904

54. Distacco che devono tenere i sacerdoti.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 54, 30 luglio 1904

53. La fede fa conoscere Dio, ma la fiducia lo fa trovare.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 53, 29 luglio 1904

52. L’anima distaccata da tutto, in tutte le cose trova Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 52, 28 luglio 1904

51. Tutto dev’essere suggellato dall’amore.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 51, 27 luglio 1904

50. La sola stabilità è quella che fa conoscere il progresso della vita divina nell’anima.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 50, 22 luglio 1904

49. La vita è una consumazione continua.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 49, 14 luglio 1904

48. Segno per conoscere che Dio si ritira dall’uomo.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 48, 29 giugno 1904

47. Le anime vittime sono figlie della Misericordia.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 47, 9 gennaio 1901

46. Parla dei castighi.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 46, 20 giugno 1904

45. La consumazione della volontà umana nella Divina ci rende una sola cosa con Dio e mette nelle nostre mani il divino potere.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 45, 17 giugno 1904

44. La creatura non è altro che un piccolo recipiente, ripieno di dosi di tutte le particelle divine.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 44, 15 giugno 1904

43. Gesù parla della bellezza dell’uomo.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 43, 10 giugno 1904

42. Coraggio e fedeltà ed attenzione somma nel seguire ciò che la Divinità opera in noi.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 42, 6 giugno 1904

41. Chi si lascia dominare dalla croce distrugge nell’anima tre regni cattivi che sono: il mondo, il demonio e la carne, e vi costituisce altri tre regni buoni che sono: il regno spirituale, il divino e l’eterno.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 41, 3 giugno 1904

40. La Passione di Gesù serve come veste all’uomo. La superbia trasforma in demoni le immagini di Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 40, 30 maggio 1904

39. La mortificazione atterra tutto ed immola tutto a Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 39, 28 maggio 1904

38. L’occhio che si bea delle sole cose del Cielo tiene la virtù di vedere Gesù, e chi si bea delle cose della terra tiene la virtù di vedere le cose della terra.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 38, 1 maggio 1904

37. La vita di Dio si manifesta nelle creature con le parole, con le opere e con le sofferenze, ma quelle che la manifestano più chiara sono le sofferenze.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 37, 29 aprile 1904

36. L’abito non fa il monaco.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 36, 26 aprile 1904

35. Chi tiene il titolo di vittima può lottare con la Giustizia.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 35, 21 aprile 1904

34. Gesù e Dio Padre parlano della misericordia.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 34, 16 aprile 1904

33. Se l’anima dà a Dio il cibo dell’amore paziente, Dio darà il pane dolce della grazia.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 33, 14 aprile 1904

32. La pace è il più grande tesoro.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 32, 12 aprile 1904

31. Gesù ringrazia Luisa.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 31, 11 aprile 1904

30. Tre funicelle che legano dappertutto e stringono più intimamente Gesù all’anima, sono: sofferenze assidue, riparazione perpetua, amore perseverante.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 30, 10 aprile 1904

29. Basta un atto perfetto di rassegnazione alla Volontà Divina, per restare purgato da tutte le imperfezioni nelle quali l’anima non ci ha messo niente del suo.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 29, 9 aprile 1904

28. Tutte le cose hanno origine dalla fede.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 28, 20 marzo 1904

27. La vera rassegnazione non mette a scrutinio le cose, ma adora in silenzio le divine disposizioni. La croce è festante, giubilante, gaudente, desiderante.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 27, 16 marzo 1904

26. Per la necessità dei tempi, Gesù chiede il silenzio perché vuol castigare.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 26, 14 marzo 1904

25. Minacce di guerre. Tutta l’Europa sta sulle spalle di Luisa.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 25, 12 marzo 1904

24. La croce è citazione, avvocato e giudice all’anima, per prendere possesso del Regno eterno.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 24, 5 marzo 1904

23. L’anima deve vivere in alto. Chi vive in alto non può essere offesa.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 23, 4 marzo 1904

22. Parla con alcuni sacerdoti sulla chiesa di San Cataldo.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 22, 12 febbraio 1904

21. Il gran dono d’avere una vittima.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 21, 22 febbraio 1904

20. Promessa.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 20, 21 febbraio 1904

19. Lamenti dell’anima, Gesù la quieta.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 19, 12 febbraio 1904

18. Una delle qualità di Gesù è il dolore. Per chi vive della sua Santissima Volontà non esiste il Purgatorio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 18, 8 febbraio 1904

17. Come è difficile trovare un’anima che si dia tutta a Dio, perché Dio si possa dare tutto a lei.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 17, 7 febbraio 1904

16. La razza umana è tutta una famiglia: quando uno fa qualche opera buona e la offre a Dio, tutta l’umana famiglia partecipa a quell’offerta e Gli è presente come se tutti Gliel’offerissero.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 16, 6 gennaio 1904

15. Come tutte le vite stanno in Cristo.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 15, 28 dicembre 1903

14. Il desiderio fa sì che Gesù faccia le sue nascite nell’anima.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 14, 24 dicembre 1903

13. La Croce forma l’incarnazione di Gesù nel seno delle anime e l’incarnazione dell’anima in Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 13, 22 dicembre 1903

12. Gloria che gode in Cielo la Celeste Mamma.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 12, 21 dicembre 1903

11. Il vero spirito d’adorazione consiste in questo: che la creatura sperda se stessa e si trovi nell’ambiente divino e adori tutto ciò che opera Dio e con Lui si unisca.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 11, 17 dicembre 1903

10. Chi cerca il Signore, ogni volta riceve una tinta, un lineamento divino.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 10, 10 dicembre 1903

9. Come il santo desiderio di ricevere Gesù supplisce il Sacramento, facendo che l’anima respiri Dio e che Dio respiri l’anima.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 9, 5 dicembre 1903

8. Con la Divina Volontà siamo tutto e senza di Essa siamo niente.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 8, 3 dicembre 1903

7. Come ogni parola di Gesù sono tanti anelli di grazia.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 7, 24 Novembre 1903

6. Non c’è bellezza che [sia] eguale al patire solo per Dio.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 6, 23 Novembre 1903

5. Mentre si è niente, si può essere tutto.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 5, 19 Novembre 1903

4. Non c’è sacrifizio senza rinnegamento di se stesso, ed il sacrifizio e il rinnegamento di sé fa nascere l’amore più puro e perfetto.

Libro di Cielo, volume 6, capitolo 4, 16 Novembre 1903

3. Come il vero amore dimentica sé stesso

Libro di Cielo, Volume 6, capitolo 3, 10 Novembre 1903

2. Gesù spiega l'amore del prossimo

Libro di Cielo, Volume 6, capitolo 2, 8 Novembre 1903

1. L'anima che ama Gesù cammina sempre di giorno

Libro di Cielo, Volume 6, capitolo 1, 1 Novembre 1903

Libro di cielo volume 6, PDF

Il secondo volume degli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta in formato PDF

Libro di cielo volume 6, libro digitale

Il sesto volume degli scritti della Serva di Dio Luisa Piccarreta in formato digitale (libro elettronico)